La Federazione italiana indaga contro Ibrahimovic e Lukaku

Mercoledì Ibrahimovi si è difeso su Twitter, ma la FIFA esaminerà ulteriormente l’incidente

La Federcalcio italiana ha annunciato, lunedì, che è stata aperta un’indagine sul confronto verbale tra Zlatan Ibrahimovic e Romelu Lukaku durante i quarti di finale di Coppa Italia della scorsa settimana.

La coppia, ex compagni del Manchester United, ha dovuto essere trattenuta, poiché i giocatori hanno lasciato il campo alla fine del primo tempo, e Lukaku dell’Inter sembrava arrabbiato per qualcosa che aveva detto Ibrahimovic del Milan.

La BBC ha riferito che un microfono da stadio ha catturato Ibrahimovi mentre diceva “Vai a fare giocoleria” a Lukaku, un apparente riferimento ai commenti del 2018 del proprietario dell’Everton Farhad Moshiri secondo cui il belga aveva rifiutato un’offerta di soggiorno nel Merseyside su consiglio di una lettera “Voodoo” .

Mercoledì Ibrahimovi si è difeso su Twitter, ma la FIFA esaminerà ulteriormente l’incidente.

“Questa mattina il procuratore federale Giuseppe Schein ha aperto le procedure relative alla partita verbale svoltasi tra i giocatori Zlatan Ibrahimovic e Romelu Lukaku in occasione dell’Inter”, ha detto la Fifa.

Nell’ambito delle indagini, la Procura federale ha deciso di convocare l’arbitro Paolo Valerie, che sarà interrogato nelle prossime ore per chiarire il ventaglio di sanzioni effettivamente inflitte durante la partita contro i giocatori.

L’arbitro ha ammonito il confronto prima di dare a Ibrahimovic un altro cartellino giallo e un cartellino rosso dopo il secondo tempo per un fallo su Alexander Kolarov. Il Milan ha perso 2-1.

Venerdì, un giudice della lega ha sospeso entrambi i giocatori per una partita. Lukaku salterà l’andata della semifinale di Coppa Italia contro la Juventus martedì, mentre Ibrahimovic salterà la prossima partita della sua squadra nella competizione.

READ  North Face collabora con le organizzazioni della comunità LGBTQ+ per la campagna Pride Month

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *