La famiglia Trump si è avvicinata “in modo inappropriato” agli agenti dei servizi segreti, con accuse scritte | Donald Trump

Due membri della famiglia Trump “in modo inappropriato – e forse pericolosamente” – si sono avvicinati agli agenti che li proteggevano durante il processo Donald Trump Era presidente, secondo un nuovo libro sui servizi segreti statunitensi.

Zero Failures: The Rise and Fall of the Secret Service, della corrispondente del Washington Post Carol Leoneung, lo è Inserito la prossima settimana. Il Guardian ha ottenuto una copia.

Leoning Ha vinto il Premio Pulitzer nel 2015, Per il suo rapporto sui problemi di sicurezza nei servizi segreti. Ha anche fatto parte del team del Post vincitore del Premio Pulitzer per il loro lavoro sulle fughe di notizie di Edward Snowden sulle tecnologie di sorveglianza della NSA e ha fornito ampi rapporti sull’interferenza russa nelle elezioni e sui collegamenti tra Trump e Mosca. Ha anche vinto tre Polk Awards.

Insieme a Philip Rucker, Leonej è anche coautore Un genio estremamente stabile: il test americano di Donald J. TrumpEsposizione della Casa Bianca del 2020 ben accettata.

Nel suo nuovo libro, scrive che gli agenti dei servizi segreti riferiscono che Vanessa Trump, la moglie del figlio maggiore del presidente, Donald Trump Jr., “ha iniziato a frequentare un agente che è stato assegnato alla sua famiglia”.

Vanessa Trump ha chiesto il divorzio indiscusso Nel marzo 2018. Leung ha riferito che l’agente in questione non ha dovuto affrontare azioni disciplinari perché né lui né l’agenzia erano i custodi ufficiali di Vanessa Trump a quel punto.

Leonej ha anche scritto che Tiffany Trump, figlia di Donald Trump e della sua seconda moglie, Marla Maples, ha rotto con il suo ragazzo e “ha iniziato a passare del tempo straordinario con un agente dei servizi segreti sui suoi dettagli”.

Il libro dice che i leader dei servizi segreti “si sono preoccupati di quanto Tiffany fosse vicina ad avvicinarsi all’agente alto, scuro e bello”.

Agli agenti è vietato stabilire relazioni personali con coloro che proteggono, per paura che questi sentimenti possano influenzare il loro giudizio.

Tiffany Trump e l’agente hanno entrambi affermato che non è successo nulla di spiacevole, ha scritto Leung, sottolineando che la natura del lavoro dell’agente significava passare del tempo da solo con la sua responsabilità. L’agente è stato successivamente ripristinato.

Leonej ha anche riferito che non era chiaro se Donald Trump sapesse cosa diceva il personale dei servizi segreti su sua figlia e la matrigna.

Ma dice che il presidente ha ripetutamente cercato di rimuovere il personale dei servizi segreti che riteneva sovrappeso o basso per il lavoro.

Si dice che Trump abbia detto: “Voglio questi ragazzi grassi dai miei dettagli” e potrebbe confondere gli impiegati con i clienti attivi. “Come proteggeranno me e la mia famiglia se non possono correre per strada?”

READ  An Israeli soldier shoots and paralyzes a Palestinian in a dispute over an electricity generator

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *