La diffusione delle tarantole risale al periodo Cretaceo

Le tarantole sono tra i ragni più popolari, in parte a causa delle loro dimensioni, dei colori vivaci e della diffusione in tutto il mondo. Ma una cosa che la maggior parte delle persone non sa è che le tarantole sono corpi casalinghi. Le femmine ei loro piccoli lasciano raramente le loro tane e solo i maschi maturi vagheranno per trovare un compagno. Come ha fatto allora un ragno così stabile a risiedere in sei dei sette continenti?

Un team internazionale di ricercatori, tra cui Sawiris Foley della Carnegie Mellon University, ha condotto un’indagine simile con ancestry.com per trovare la risposta a questa domanda. Hanno esaminato le trascrizioni, la somma totale di tutte le copie dell’RNA messaggero, di molte tarantole e altri ragni di periodi di tempo diversi. I loro risultati sono già stati pubblicati online in precedenza Berg Il 6 aprile 2021.

Hanno usato i trascrittomi per costruire un albero genetico di ragni e poi hanno calibrato il loro albero usando dati fossili. I fossili di tarantola sono estremamente rari, ma il software utilizzato nello studio è riuscito a stimare le età delle tarantole più vecchie in relazione alle età fossili di altri ragni.

Due ceppi indipendenti di tarantole sono emersi dall'India

Due ceppi indipendenti di tarantole sono emersi dall’India. Credito: https://dinosaurpictures.org/, 2021

Hanno scoperto che l’antica tarantola, apparve per la prima volta nel lotto di terra che ora è considerato le Americhe circa 120 milioni di anni fa durante gessoso intervallo. A quel tempo, il Sud America era collegato all’Africa, all’India e all’Australia come parte del supercontinente Gondwana. I ragni alla fine hanno raggiunto le loro attuali destinazioni a causa della deriva dei continenti, con poche partenze interessanti.

READ  A man in the northern region says his wife is released from a coma after more than two months of hospitalization with COVID-19

Ad esempio, la natura del loro ingresso in Asia suggerisce che le tarantole possono anche essere distrazioni sorprendentemente ingegnose. I ricercatori sono stati in grado di identificare due sottospecie separate di tarantole che divergevano nel subcontinente indiano prima di scontrarsi con l’Asia, dove una discendenza abitava prevalentemente sul terreno e l’altra prevalentemente arborea. E hanno scoperto che questi ceppi hanno colonizzato l’Asia con una differenza di 20 milioni di anni. Sorprendentemente, il primo gruppo ad arrivare in Asia è riuscito anche ad attraversare la Wallace Line, che è il confine tra l’Australia e le isole asiatiche dove ci sono molte specie in abbondanza da un lato e raramente o per niente dall’altro.

Gamme ancestrali di una tarantola

Gamme di antenati della tarantola stimati dai ricercatori. Credito: https://mapchart.net/, 2021 (CC BY SA 4.0)

In precedenza, non consideravamo le tarantole una buona distrazione. Mentre la deriva dei continenti ha sicuramente svolto la sua parte nella loro storia, due eventi coloniali asiatici ci incoraggiano a rivisitare questa narrativa. Le differenze nei microhabitat tra queste due sottospecie indicano anche che le tarantole sono esperte nello sfruttamento di nicchie ecologiche, mostrando contemporaneamente segni di preservazione dell’ambiente “, ha detto Foley.

Riferimento: “Analisi evolutive rivelano l’origine del Gondwani e ricorrenti al di fuori dell’India dalla colonizzazione di tarantole (Araneae: Theraphosidae)” di Sawiris Foley, Henrik Krienwinkel, Dong Chiang Ching e William H. Bell, 6 aprile 2021, Berg.
DOI: 10.7717 / peerj.11162

Altri autori dello studio includono Willam H. Piel e Dong-Qiang Cheng dello Yale-NUS College di Singapore e Henrik Krehenwinkel dell’Universität Trier in Germania.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *