La Corte Suprema degli Stati Uniti conferma “Obamacare” dopo che i repubblicani hanno cercato di far rispettare la legge | Assistenza sanitaria negli Stati Uniti

Il Corte Suprema degli Stati Uniti Ha approvato l’Affordable Care Act, noto come Obamacare, dopo che i repubblicani hanno cercato di mettere in atto un’importante disposizione della legge durante l’era Trump.

In una decisione 7-2, la Corte ha stabilito che gli stati repubblicani non avevano “status” o il diritto di citare in giudizio. La sentenza ha evitato la questione se una disposizione fiscale nella legge chiamata “autorizzazione individuale”, e quindi l’intera legge, fosse incostituzionale.

L’ACA è stata la più importante legge di riforma sanitaria da generazioni ed è stato il risultato legislativo decisivo di Barack Obama durante il suo periodo alla Casa Bianca. Tuttavia, la clausola citata dagli stati repubblicani, il mandato individuale, è stata a lungo un punto dolente per molti americani.

I sostenitori di Obama, dai piani di assicurazione sanitaria ai gruppi di difesa fino alla presidente della Camera democratica Nancy Pelosi, hanno rapidamente annunciato che la decisione della corte avrebbe preservato un'”ancora di salvezza” in una pandemia “devastante”.

“Oggi, la corte ha affermato che l’ACA continuerà ad essere un’ancora di salvezza fondamentale per le persone più bisognose respingendo un’altra banale sfida”, ha affermato Omar Gonzalez Pagan, avvocato senior e stratega sanitario di Lambda. Lambda è un gruppo per i diritti civili focalizzato sulla comunità LBGTQ.

Il mandato individuale richiedeva alle autorità fiscali di penalizzare gli americani con una commissione di $ 695 se non avessero acquistato l’assicurazione sanitaria. All’epoca, il Congresso approvò la clausola nella speranza che avrebbe ampliato la copertura assicurativa, rendendola più accessibile agli assicuratori e agli americani.

READ  Notizie dagli Stati Uniti: I presidenti degli Stati Uniti lanciano allarmi terrificanti sul conflitto nucleare - Il mondo "L'opzione meno cattiva" | notizia

Delegare divenne subito un obiettivo per i repubblicani, con conseguente a Disastrose elezioni democratiche di medio termineQuasi un decennio di retorica contro la legge e continui attacchi legali.

Nel 2012 la Corte Suprema ha anche accolto l’impugnazione di costituzionalità del mandato unico, che ha accolto nell’ambito dei poteri fiscali del Congresso. La legge è stata nuovamente impugnata nel 2015.

Quando Donald Trump è salito al potere nel 2016, i repubblicani hanno cercato di mantenere le loro promesse di abrogare la legge. Tuttavia, le disposizioni a tutela delle donne, dei disabili, dei poveri e dei malati si rivelarono troppo controverse per essere insormontabili, e così anche la legislazione. Annegato in un voto drammatico.

Di conseguenza, i repubblicani hanno attaccato il mandato individuale nell’azione di riduzione delle tasse: hanno ridotto la sanzione da $ 695 a $ 0 nell’atto di riduzione delle tasse del 2017 che ha beneficiato in modo sproporzionato i ricchi. A loro volta, gli stati repubblicani, guidati dal Texas, hanno sostenuto che il mandato individuale era incostituzionale se non aumentava le entrate e hanno fatto causa per abrogare il mandato.

Quando l’amministrazione Trump si è rifiutata di difendere la legge anticorruzione, la California è intervenuta per cercare di far rispettare la legge. Di conseguenza, il caso è stato nominato California vs Texas.

Stephen Breyer, il giudice capo della corte, che è considerato un membro liberale del banco, ha scritto: “Non avanziamo più di quanto siamo”.

Continua a visualizzare.

Trovare qui una nicchia per attaccare una disposizione di legge inapplicabile consentirebbe alla Corte federale di emettere ciò che equivarrebbe a un “parere consultivo senza possibilità di alcun rimedio giudiziario”, ha scritto Breyer, riferendosi alla sanzione di $ 0.

READ  Bernie Sanders è presente in Star Wars: Battlefront e Resident Evil 7 in una clip "divertente"

Se i repubblicani avessero vinto nel loro tentativo di far cadere l’intera legge,

La protezione per circa 133 milioni di americani con condizioni di salute “preesistenti” sarebbe scaduta, il che potrebbe portare alla negazione dell’assicurazione sanitaria. Si stima che 21 milioni di persone abbiano perso l’assicurazione sanitaria, inclusi 12 milioni di persone a basso reddito che ottengono l’assicurazione sanitaria tramite Medicaid pubblica. Le compagnie di assicurazione sono state anche in grado di aumentare i limiti di spesa per costosi trattamenti sanitari.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *