La corsa all’oro italiana apre i Campionati Europei di Nuoto Paralimpico

Gli atleti italiani hanno vinto sette medaglie d’oro nella giornata di apertura dei Campionati Europei di Nuoto Paralimpico.

Venticinque finali si sono svolte a Madrid, con il russo Andrei Nikolaev incoronato primo campione europeo nei 400m stile libero S8 maschile.

La Russia ha chiuso la giornata con quattro medaglie d’oro, ma è stata eclissata dall’Italia.

Stefano Raimondi, Carlotta Gilli, Francesco Pocchiardo, Emmanuel Marigliano, Giulia Derci, Xenia Francesca Palazzo e Alessia Scordechini hanno vinto le medaglie d’oro per l’Italia e il paese ha vinto sei medaglie d’argento e quattro di bronzo.

Tercy è stata probabilmente la più interessante del gruppo, stabilendo un nuovo record europeo di 3min 8.12sec nei 200 m misti individuali SM7 femminile.

Il bielorusso Ihar Boki, che ha vinto sette medaglie d’oro nell’edizione 2018 dell’evento a Dublino, ha vinto la finale maschile S13 100m farfalla – 53:72 cm.

Quella medaglia d’oro non è stata l’ultimo spauracchio vinto in Portogallo questa settimana.

Un altro vincitore notevole è stato lo spagnolo Sarai Cascon, che ha vinto la 15 ° medaglia d’oro europea nella corsa a rana SP900m femminile.

Renata Pinto ha vinto la medaglia di bronzo per la nazione ospitante in quella gara.

I Campionati Europei Open – dove gli atleti provenienti da fuori del continente possono competere mentre Tokyo si prepara per le Paralimpiadi del 2020 – continueranno domani.

READ  Conto alla rovescia per l'Italia: percorso del rally

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *