La contea di Maricopa riporta il secondo decesso legato al virus del Nilo occidentale

Phoenix – I funzionari sanitari hanno segnalato una seconda morte correlata al virus del Nilo occidentale nella contea di Maricopa.

Secondo i dati di Servizi ambientali della contea di MaricopaQuesta settimana è stata segnalata una seconda morte, la prima di due morti per tutto il 2021.

Il primo decesso è stato segnalato per persone anziane con altre condizioni di salute. I dettagli non sono stati rilasciati in un secondo.

CORRELATO: Uomo dell’Arizona paralizzato dopo aver contratto il virus del Nilo occidentale

L’anno scorso sono stati segnalati un totale di tre casi con un decesso.

Finora quest’anno, la contea ha confermato 51 casi umani, inclusi due decessi.

Nota: i dati della contea di Maricopa per il 2019 non erano prontamente disponibili, ma la contea ha registrato 24 casi di WNV nel 2018, inclusi sei decessi. Nel 2017 sono stati registrati 93 casi, tra cui sei decessi. Nel 2016 ci sono stati 63 casi e cinque morti.

Il Nilo occidentale si diffonde solitamente attraverso la puntura di una zanzara infetta.

Secondo quanto riferito, il Dipartimento dei servizi ambientali della contea di Maricopa ha registrato un aumento di quasi il 400% dei campioni di zanzare positivi per il virus del Nilo occidentale rispetto all’intero anno scorso.

CORRELATO: I monsoni umidi non sono l’unica causa dell’aumento della zanzara della valle Gli esperti dicono

Il virus del Nilo occidentale può causare gravi malattie, Ma solo circa un quinto delle persone infette svilupperà sintomi, affermano i funzionari sanitari.

I sintomi includono:

  • Più comuni: malattia simil-influenzale (febbre, mal di testa, dolori muscolari, debolezza muscolare)
  • Infezioni gravi: rigidità del collo, perdita della vista, paralisi, sintomi neurologici
  • Raro: encefalite o meningite (può interessare fino a 1 persona su 50)
READ  NPR: NASA missile test aborted after one minute

Gli over 60, quelli con condizioni mediche di base o un sistema immunitario indebolito hanno maggiori probabilità di sviluppare un’infezione più grave nel West Nile.

“Dobbiamo tutti fare la nostra parte per proteggere noi stessi, la nostra famiglia e i nostri quartieri dalle malattie trasmesse dalle zanzare”, ha affermato in un comunicato stampa la dott.ssa Rebecca Sonnenstein, direttore medico per il controllo delle malattie presso il Dipartimento di sanità pubblica della contea di Maricopa. . “Con le forti piogge di quest’estate, dobbiamo tutti prestare attenzione a sbarazzarci dell’acqua stagnante dove possono riprodursi le zanzare, come piatti per animali domestici, piante in vaso e persino giocattoli”.

Modi per evitare le punture di zanzara:

  • Evita le punture di zanzara giorno e notte
  • Utilizzare un repellente per insetti contenente DEET, Picaridin o altri repellenti registrati EPA secondo l’etichetta del prodotto sulla pelle e sugli indumenti esposti.
  • Scolare e rimuovere i contenitori contenenti acqua intorno alla casa dove possono riprodursi le zanzare, come teli di plastica, secchi, vecchi pneumatici, vassoi per piante, ciotole per animali domestici, giocattoli e barche
  • Raschiare i lati del piatto o all’interno delle piante in vaso dove le zanzare depongono le uova
  • Assicurati che porte e finestre abbiano barriere strette, senza buchi e rimangano chiuse
  • Se non fa troppo caldo, indossa abiti leggeri che coprano braccia e gambe
  • Garantire la corretta manutenzione delle piscine e dei giochi d’acqua decorativi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *