La Cina pubblica nuove immagini di Marte scattate dal rover Zhurong

Il rover Zhurong, che prende il nome dal dio del fuoco della mitologia cinese, è atterrato nella regione di Utopia Planitia su Marte il 15 maggio. Questa è la prima missione della Cina su Marte, che lo rende il secondo paese ad aver atterrato un velivolo sul pianeta, dopo gli Stati Uniti.

Il rover ha inviato le sue prime immagini su Marte a maggio, Alcuni giorni dopo l’atterraggio, mostra una pendenza diffusa e il paesaggio pianeggiante in cui è arrivato.
Le nuove immagini di venerdì includevano un panorama a 360 gradi dell’area di atterraggio, ricostruito da una serie di foto scattate dall’imbarcazione dopo l’atterraggio prima di iniziare a guidare nell’area, secondo l’agenzia di stampa statale. Xinhua. Un’altra immagine mostrava la superficie arancione di Marte, con massi sparsi, un cratere circolare sul lato opposto e dune di sabbia in lontananza.

La terza immagine mostra la bandiera cinese vicino alla piattaforma di atterraggio. Il rover ha anche scattato un selfie utilizzando una fotocamera wireless, mostrando i suoi pannelli solari allungati e una piccola bandiera cinese blasonata sui suoi dispositivi.

Il rover a energia solare a sei ruote durerà tre mesi, durante i quali cercherà segni o prove di vita antica su Marte. Mentre la sonda sta esplorando il pianeta, l’orbiter effettua anche rilevamenti scientifici.

“La Cina pubblicherà dati scientifici rilevanti in tempo per consentire all’umanità di condividere i frutti dello sviluppo dell’esplorazione spaziale nel Paese”, ha affermato Zhang Kejian, capo dell’Agenzia spaziale nazionale cinese, in un rapporto di Xinhua.

La missione cinese su Marte è riuscita a entrare nell’orbita del pianeta e ad atterrare un veicolo in grado di attraversare la superficie di Marte attraverso una volta. Ci sono volute diverse missioni della NASA per completare questi difficili passaggi, anche se decenni prima della Cina, tra il 1971 e il 1997.

La Cina ha lanciato la sua sonda Tianwen-1, che trasportava Zhurong e altre apparecchiature, lo scorso luglio insieme ad altre due missioni internazionali su Marte: la sonda Perseverance della NASA e la sonda Hope degli Emirati Arabi Uniti.

READ  Il lancio del volo di prova Starliner inizia entro e non oltre il 2 aprile - Spaceflight Now

Tutte e tre le missioni sono state lanciate più o meno nello stesso periodo a causa dell’allineamento tra Marte e la Terra sullo stesso lato del Sole, rendendo più efficiente il viaggio verso il Pianeta Rosso.

Sebbene Zhurong non sia tecnologicamente avanzato come la tenacia della NASA, che attualmente sta vagando per Marte, la sua presenza invia un chiaro segnale che le capacità spaziali cinesi stanno raggiungendo quelle degli Stati Uniti.

Gli astronauti cinesi sono stati a lungo esclusi dalla Stazione Spaziale Internazionale e una delle ambizioni del Paese è quella di costruire una propria stazione spaziale. in Aprile, Ha fatto un passo avanti verso il raggiungimento di questo obiettivo, lanciando con successo la prima unità della struttura pianificata.

L’unità centrale è attualmente la più grande navicella spaziale sviluppata dalla Cina. Ma la stazione dovrà essere assemblata da più unità lanciate in tempi diversi; L’impianto potrebbe essere pronto per essere pienamente operativo entro la fine del 2022, secondo i media statali cinesi.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *