La Cina declassa le relazioni diplomatiche con la Lituania per la disputa con Taiwan | Cina

La Cina ha ufficialmente declassato le sue relazioni diplomatiche con Lituania al livello di “incaricato d’affari” per protestare contro l’istituzione de facto di un’ambasciata a Vilnius da parte di Taiwan.

La Lituania consente a Taipei di aprire ufficialmente un ufficio usando il nome Taiwan È stata una mossa diplomatica significativa che ha sfidato la campagna di pressione di Pechino, che sta cercando di mantenere Taiwan isolata sulla scena mondiale.

“Il governo cinese avrebbe dovuto ridurre le relazioni diplomatiche tra i due Paesi… per proteggere la propria sovranità e le norme fondamentali delle relazioni internazionali”, ha affermato domenica il ministero degli Esteri in una nota.

“Il governo lituano deve sopportare tutte le conseguenze che ne derivano”, afferma la nota, aggiungendo che le sue azioni “hanno creato un brutto precedente nell’arena internazionale”.

La Cina rifiuta qualsiasi uso ufficiale della parola Taiwan, temendo che dia un senso di legittimità internazionale all’isola democratica e autonoma, che Pechino rivendica come parte del suo territorio e ha Un giorno impegno da afferrare.

Pechino ha aggiunto che la Lituania ha “abbandonato l’impegno politico assunto nello stabilire relazioni diplomatiche” con essa Cina, riferendosi alla politica di una sola Cina in base alla quale i paesi riconoscono formalmente il governo cinese rispetto al governo di Taiwan.

Domenica, il ministero degli Esteri lituano ha dichiarato di deplorare la decisione della Cina di ridurre le relazioni.

“La Lituania riafferma la sua adesione alla politica di una sola Cina, ma allo stesso tempo ha il diritto di espandere la cooperazione con Taiwan”, ha affermato il ministero in una nota.

L’apertura di un ufficio di rappresentanza a luglio è stato il primo nuovo centro diplomatico a Taiwan Europa A 18 anni.

Questa mossa ha portato a un feroce rimprovero dalla Cina Ha ritirato il suo ambasciatore dalla Lituania Ha chiesto a Vilnius di fare lo stesso, cosa che alla fine ha fatto.

anche la Cina treni merci parcheggiati in Lituania e ha smesso di rilasciare permessi di esportazione di cibo.

L’apertura dell’ufficio di Vilnius è l’ultimo segnale che alcune nazioni baltiche e dell’Europa centrale stanno cercando legami più stretti con Taiwan, anche se questo fa arrabbiare la Cina.

A maggio, la Lituania ha annunciato che si sarebbe ritirata dal 17+1 China Forum sulla cooperazione con i paesi dell’Europa centrale e orientale, definendola “divisiva”.

Anche i politici della Repubblica Ceca hanno spinto per legami più stretti con Taiwan.

Solo 15 paesi riconoscono ufficialmente Taipei su Pechino.

Ma Taiwan mantiene uffici di rappresentanza equivalenti alle ambasciate con molti paesi e molti paesi hanno accordi simili a Taipei.

Supporto internazionale L’isola è cresciuta da quando il presidente cinese Xi Jinping è salito al potere.

Negli ultimi mesi si è verificato un numero crescente di visite diplomatiche non ufficiali tra funzionari taiwanesi, europei e americani.

Il presidente cinese ha inaugurato un’era più autoritaria e muscolosa, adottando un approccio significativamente più aggressivo nei confronti di Taipei da quando il presidente Tsai Ing-wen è stato eletto nel 2016.

Odia Pechino perché Taiwan è già un paese sovrano Non fa parte di “One China”.

Pechino ha anche conquistato molti degli alleati diplomatici di Taiwan negli ultimi anni, tra cui Panama, El Salvador e la Repubblica Dominicana.

READ  L'attore di Hollywood Steven Seagal si unisce alla festa pro-Cremlino | Stephen Seagal

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *