La calotta glaciale della Groenlandia si scioglie, il sigillo globale potrebbe aumentare di 9 pollici

gioco

La calotta glaciale della Groenlandia, la più grande calotta glaciale del mondo dopo l’Antartide, si è sciolta così tanto nell’ultimo decennio che i livelli globali del mare sono aumentati di un centimetro e le tendenze prevedono che i livelli del mare aumenteranno di quasi un piede entro la fine del secolo.

pubblicato in Rivista di comunicazione sulla natura Dice lunedì che 3,5 trilioni di tonnellate di calotta glaciale della Groenlandia si sono sciolte dal 2011 al 2020, il che sarebbe sufficiente per sommergere completamente New York City in 14.700 piedi d’acqua.

La calotta glaciale copre più di 656.000 miglia quadrate e, se si sciogliesse completamente, il livello globale del mare aumenterebbe di circa 20 piedi, Secondo il National Snow and Ice Date Center. Sebbene gran parte della calotta glaciale rimanga intatta, i ricercatori del Centro per il monitoraggio e la modellizzazione polare dell’Università di Leeds nel nord dell’Inghilterra hanno scoperto che si sta sciogliendo a un ritmo eccezionale, essendo aumentato del 21% negli ultimi 40 anni.

“Le osservazioni mostrano che gli eventi di scioglimento estremo in Groenlandia stanno diventando più frequenti e intensi – oltre che più volatili – che è un problema globale”, ha affermato Lynne Gilbert, co-autrice dello studio, Ha detto in una dichiarazione.

Il team ha utilizzato i dati satellitari dell’Agenzia spaziale europea per stimare l’altezza della calotta glaciale, la prima volta che un oggetto spaziale è stato utilizzato per farlo. Il team ha scoperto che dal 2011 al 2020, il deflusso della calotta glaciale della Groenlandia è stato in media di circa 357 miliardi di tonnellate all’anno.

READ  La contea di Allegheny registra il maggiore aumento dei casi di malattia di Lyme tra i bambini

Ciò aumenterebbe, in media, il livello globale del mare di circa 1 mm all’anno, ma durante quel periodo, due anni – 2012 e 2019 – hanno visto il deflusso più insolito poiché condizioni meteorologiche estreme hanno portato a “livelli record di scioglimento dei ghiacci”. il deflusso è stato di circa 527 miliardi di tonnellate.

Poi arriva la scoperta Il National Snow and Ice Center ha dichiarato: La fusione estiva della placca è aumentata del 30% dal 1979 al 2006 a causa delle temperature più elevate.

Biden al vertice sui cambiamenti climatici COP26: “Nessuno di noi può sfuggire al peggio di ciò che deve ancora venire.”

Perdita del ghiacciaio: Un rapporto delle Nazioni Unite afferma che gli unici tre ghiacciai dell’Africa potrebbero presto scomparire a causa del cambiamento climatico

Di più: Con l’intensificarsi del cambiamento climatico, il lago Mead e il lago Powell continuano a prosciugarsi

“La Groenlandia è anche vulnerabile a un aumento degli eventi meteorologici estremi”, ha affermato l’autore principale Thomas Slater. “Mentre il nostro clima si riscalda, è ragionevole aspettarsi che lo scioglimento estremo in Groenlandia si verifichi più spesso: osservazioni come questa sono un passo importante per aiutarci a migliorare i modelli climatici e prevedere meglio cosa accadrà in questo secolo”.

Slater ha aggiunto che ci sono ragioni per essere ottimisti sul fatto che non perderà molto ghiaccio in futuro, ma la sua collega e coautrice, Amber Leeson, ha tracciato un futuro desolante. Entro il 2100, ha affermato Leeson, il livello globale del mare potrebbe aumentare da 1 a 9 pollici a causa dello scioglimento, il che potrebbe essere pericoloso per le città costiere di tutto il mondo.

READ  Watch: When the astronauts on the International Space Station celebrate Christmas in space and Santa visits them

“Questa previsione ha una vasta gamma, in parte a causa dell’incertezza associata alle simulazioni di complessi processi di scioglimento della neve, compresi quelli associati a condizioni meteorologiche avverse”, ha affermato.

Sebbene non sia stato incluso nello studio, l’evidenza suggerisce che la scorsa estate è stata davvero significativa per la calotta glaciale. in agosto, Ha piovuto sulla vetta per la prima volta da quando sono iniziati i record nel 1950.

Non solo, ma le temperature sulla vetta, che si trova a 10.551 piedi sopra il livello del mare, sono state sopra lo zero per più di nove ore, la quarta volta mai documentata, ma la terza dal 2012. Il caldo più caldo si stima che 7 miliardi di tonnellate di precipitazioni sul strato di ghiaccio.

Segui Jordan Mendoza su Twitter: @jordan_mendoza5.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *