La ballerina italiana La Scala Prima, Carla Fracci, muore a 84 anni | divertimento

Scritto da Colin Barry Associated Press

Carla Fracci, un’icona culturale italiana ed ex ballerina La Scala Prima nota per i suoi ruoli romantici al fianco di grandi come Rudolf Nuriev e Mikhail Baryshnikov, è morta giovedì nella sua casa di Milano. Aveva 84 anni.

Il Teatro Alla Scala di Milano ha annunciato la sua morte senza fornire spiegazioni. I notiziari italiani hanno detto che stava combattendo il cancro.

Il teatro milanese ha rievocato l ‘”ascesa immaginaria” della figlia del tramista, che per “talento, tenacia e lavoro è diventata la ballerina più famosa del mondo” e ha ispirato generazioni di giovani.

“Carla Fracci è stata una figura importante nella storia della danza e nella storia della Scala, ma è stata anche un punto di riferimento per Milano e la cultura italiana”, ha detto il teatro in un comunicato.

“Ci lascia in uno stato di stordimento, in punta di dita come Giselle, uno spirito che rimane con noi, riempie le sale da ballo, il teatro e il nostro cuore”, ha detto Manuel Legres, direttore del balletto alla Scala. “Sentiamo un grande vuoto, allo stesso tempo, che ci fa sentire pieni e ricchi di tutta la sua storia – quella del balletto – e un privilegio di condividere la sua arte”.

READ  An Indian-American dancer shown at Skydance Bridge during the opening ceremony

Nato a Milano il 20 agosto 1936, Vracci trascorre la seconda guerra mondiale con i parenti nelle campagne in fuga dai ripetuti bombardamenti del capoluogo lombardo industriale. In una recente intervista a Sky Tg24, Fracci ha descritto la sua giovane sé come una “contadina” che non sapeva nulla di palcoscenico o del mondo della danza “figuriamoci quelle scarpette”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *