Kelly è preoccupata per il futuro di Dundalk sotto Giovanioli

Dermot Kelly, ex allenatore di Dundalk, è preoccupato che il club stia perdendo più terreno per rivaleggiare con Shamrock Rovers e dubita che Filippo Giovanioli sia l’uomo che li guidi nella giusta direzione.

Con cinque campionati negli ultimi sette anni, il successo in coppe e due volte nelle fasi a gironi dell’Europa League, i Lilywhites sono abituati al successo.

Abbiamo bisogno del tuo consenso per scaricare questo contenuto di SoundCloudUtilizziamo SoundCloud per gestire contenuti aggiuntivi che possono impostare cookie sul tuo dispositivo e raccogliere dati sulla tua attività. Controlla i loro dettagli e accettali per scaricare i contenuti.Gestione delle preferenze

La scorsa stagione, tuttavia, la squadra di Aurel Park ha subito una serie di battute d’arresto. La FA Cup è stata assicurata con una drammatica vittoria sul rivale Shamrock Rovers, ma hanno concluso a 22 punti dietro i cerchi a livello locale e dopo una modesta sconfitta contro l’NK Celje nelle qualificazioni alla UEFA Champions League ad agosto, sconfitta che ha visto il sostituto del club Fennie Perth. Con l’italiano di 50 anni.

Oltre a perdere il terreno in casa contro i Rovers di Stephen Bradley, hanno anche perso tutte e sei le partite nelle fasi a gironi di Europa League.

Kelly, che ha portato Dundalk allo scudetto nella stagione 1994/95, non ha visto nulla in Giovannioli che suggerisse che potesse portare il club al livello successivo.

Non vedo la logica del modo in cui corre

“Non ha la reputazione di portare giocatori da nessuna parte”, ha detto al podcast RTÉ Soccer.

“Il modo in cui ha corso lo scorso anno, in Europa, mi è sembrato scandaloso”, ha detto, sottolineando il suo stupore per l’assetto tattico e il costante cambio di personale effettuato dall’italiano.

READ  Italian Open | Nadal salpa in finale

“Non vedo la logica nel modo in cui corre. Non lo so, o altro, quindi forse sono più critico. Forse dimostrerà che ho torto.”

A causa della rivalità nata tra Dundalk e Shamrock Rovers, Keely fu confuso nel vedere il terzino Sean Gannon, cinque volte campione con i Lilywhites, unirsi ai Rovers a parametro zero.

Il 29enne è stato legato a Pat, ma è tornato nel club dove ha iniziato la sua carriera, con Sean Hoare che sta facendo lo stesso viaggio.

Dal punto di vista di Kelly, suggerisce due squadre che si muovono in direzioni diverse.

“Perdere il meglio del paese contro i tuoi principali avversari è un brutto affare”, ha detto.

“noi [Dundalk] Hai un piccolo gruppo di giocatori. Quando hai un giocatore come Gannon, che è stato in testa per due o tre anni e poi lo lascia andare ai tuoi principali concorrenti, è fantastico.

“So per Shamrock Rovers che le perdite di Aaron McKinev e Jack Byrne metteranno un buco nel mezzo del parco, ma penso che siano ben reclutati.

“Dundalk volerà, o tornerà al suo solito boom e fallimento. Spero sia un boom, ma ho dei dubbi”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *