Kakwenza Rukirabashaija, scrittore ugandese vincitore del premio International PEN, arrestato e torturato illegalmente | Uganda

Il romanziere satirico ugandese Kakwenza Rukirabashaija, il cui nome è Scrittore internazionale di coraggio Da PEN l’anno scorso, è stato detenuto e torturato illegalmente per aver criticato il presidente e suo figlio, ha detto il suo avvocato.

Uomini armati sono venuti a casa dello scrittore il 28 dicembre dopo una serie di tweet sul presidente del Paese, Yuri Museveni, incluso descrivendolo come un ladro e il suo presunto figlio e successore come “un uomo vile e incompetente con la testa di maiale”.

Nel suo ultimo tweet, Rukirapasaga ha affermato di essere agli arresti domiciliari e che gli uomini stavano entrando con la forza. Da allora non è stato in grado di contattare il suo avvocato e nessuna accusa è stata mossa contro di lui.

Lunedì, la polizia lo ha portato con sé per perquisire la casa di campagna della famiglia. Sua moglie era lì ed era inorridita nel vedere suo marito, debole, ferito, inerte e in mutande insanguinate.

Ha detto di aver visto ferite ai suoi piedi e le ha detto che c’erano altre ferite sulle sue natiche e che gli era stato negato il cibo. “[He] Mi ha detto che aveva fame, mi ha chiesto cosa stava mangiando e quando gli ho offerto un bicchiere di latte, l’ha riempito”, ha detto in una dichiarazione giurata alla corte.

Il suo avvocato, Kizza Irun, chiede il rilascio dell’autore, perché secondo la legge ugandese, la polizia può trattenere le persone solo per 48 ore senza accusarle. Ha ottenuto un’ingiunzione del tribunale per il rilascio di Rukrapashaiga, ma le autorità lo ignorano.

“La polizia ha ammesso di averlo trattenuto, ma non è disposta a permetterci l’accesso… È stato tenuto in isolamento tranne il giorno dell’ispezione”, ha detto Eron.

READ  Joe Biden esce dalla conferenza stampa dell'uragano Ida quando il giornalista dell'Afghanistan menziona | mondo | Notizia

Un portavoce della Direzione investigativa criminale ha dichiarato lunedì che l’autore è stato trattenuto per tweet “offensivi” di fine dicembre. Charles Twain del Dipartimento investigativo criminale ha affermato che l’indagine è in via di completamento e che Rukirapashayega sarà deferito in tribunale entro martedì per essere accusato di “comunicazioni abusive”.

Ma non ci sono stati ulteriori commenti da parte del governo e lo scrittore rimane in carcere senza accusa, nonostante le crescenti pressioni internazionali.

La penna ha chiesto all’America di rilasciarlo urgentemente. “Kakwenza Rukirabashaija non è estraneo alla sistematica soppressione delle opinioni dissenzienti da parte delle autorità ugandesi, eppure ha continuato a parlare con coraggio”, ha affermato Karen Deutsch Karlekar, direttrice di Free Expression at Risk. “Queste violazioni dei diritti mostrano una violazione di ritorsione della legge e mostrano la verità di molte delle critiche a cui è sottoposto lo stesso Rukirapashayega per i suoi scritti”. Il rappresentante speciale dell’Unione europea per i diritti umani, Eamonn Gilmore, è tra i diplomatici che hanno espresso le loro preoccupazioni.

“Sono turbato dalle notizie sulla presunta tortura e detenzione in incommunicado dell’autore Kakuenza Rukirabashaiga. Rimane in detenzione senza processo, nonostante un’ingiunzione del tribunale per il suo rilascio incondizionato. Esorto le autorità ugandesi a sostenere lo stato di diritto e il giusto processo di legge .”

Rukirapasaga è meglio conosciuto per il suo romanzo barbaro avidoChe si occupa di corruzione in un paese immaginario. È stato arrestato nell’aprile 2020, trattenuto per sette giorni, torturato e poi nuovamente arrestato nel settembre dello stesso anno. Ha spiegato questo trattamento nel suo lavoro più recente, Banana Republic: dove scrivere tradimento.

“in un Africa, quando scrivi romanzi, soprattutto romanzi politici, come racconti politici fattoria degli animali Per George Orwell, i leader pensano sempre che si scriva su di loro”, ha scritto Rukirapashayega.

READ  Fauci says distributing first doses of the Covid-19 vaccine to more people is "under study"

Yoweri Museveni, Presidente dell’Uganda, sentiva di essere quello di cui scrivevo, e così ha mandato degli hacker ad arrestarmi e torturarmi per ostacolare la mia creatività. L’idea era di impedirmi completamente di essere creativo”.

L’Uganda è un importante alleato occidentale in Oriente Africae ha ricevuto miliardi di dollari in assistenza allo sviluppo e alla sicurezza dal Regno Unito e dagli Stati Uniti. Ma Museveni è sotto pressione per i fallimenti dei diritti umani che sono peggiorati negli ultimi anni, da quando ha iniziato ad affrontare grandi sfide politiche.

Ha affermato di vincere le elezioni Lo scorso gennaio è stato segnato da accuse di frode, molestie e detenzione illegale di attivisti dell’opposizione. Anche i servizi di sicurezza ugandesi Bambini tenuti per mesi in carcere, il custode Scoprire.

Museveni, 77 anni, è al potere da 36 anni e gode di un forte sostegno in alcune zone rurali, oltre che tra i militari, i servizi di sicurezza e la polizia.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *