Jason Matthews, autore del thriller “Red Sparrow”, muore

New York (Associated Press) – Jason Matthews, un pluripremiato romanziere di spionaggio che ha attinto alla sua lunga carriera nello spionaggio e alla sua ammirazione per John Le Carr, tra gli altri nella creazione del suo thriller “Red Sparrow”, è morto all’età di 69 anni.

Matthews è morto mercoledì per malattia degenerativa cortico-basale (CBD), una rara malattia neurodegenerativa che non può essere curata, secondo il suo editore, Scribner.

“Il modo in cui un popolare romanziere di spionaggio e il plauso acclamato dalla critica da parte di un funzionario capo delle operazioni della CIA sono apparsi come un grande mistero”, ha detto in una dichiarazione Colleen Harrison, l’editore Matthews di Scribner. Ma quando ho saputo che Jason Matthews parlava sei lingue, aveva letto molto per decenni, era un osservatore intelligente del comportamento umano ed era abile nell’autore di lunghi romanzi segreti, tutto aveva un senso.I suoi libri non erano solo sofisticati capolavori di trama e spionaggio. Indagini sulla natura umana, e soprattutto sul desiderio in tutte le sue forme “.

Matthews ha lavorato 33 anni nella direzione delle operazioni top secret della CIA prima di ritirarsi un decennio fa e ha seguito il percorso di autori come Lou Curry e Charles McCurry nell’immaginare il loro tempo nell’intelligence. “Red Sparrow”, pubblicato nel 2013, è stato uno dei nuovi racconti della Guerra Fredda che ha introdotto i lettori all’uomo della CIA Nathaniel Nash e all’ex ballerina russa Dominika Igorova, reclutata da suo zio come “passero”, addestrata nell’arte di “ritmo sessuale”. Black Body Mail, Moral Bargaining. “

Come autore, Matthews ha ottenuto un successo immediato in tarda età. “Red Sparrow” ha vinto un Edgar Award per il miglior debutto in un film americano ed è stato trasformato in un film con Jennifer Lawrence e Joel Edgerton. I critici hanno elogiato il libro per i suoi dettagli, intuizioni, colpi di scena e una candida rappresentazione delle parti più noiose del traffico di spionaggio, e lo hanno citato come un modello per come le abilità note dell’uomo della CIA sono state utilizzate da un romanziere.

READ  Bella Thorne è fidanzata con il suo ragazzo, Benjamin Mascolo

Il romanziere Charles Cumming ha scritto sul New York Times: “Dio sa come ha acquisito il manoscritto di” Red Bird “dopo il comitato di revisione a Langley, ma ha trasformato la sua vasta conoscenza dello spionaggio in una straordinaria prima apparizione”.

“Raramente ho incontrato un titolo di saggistica, per non parlare di un romanzo, così ricco di quelle che una volta erano considerate informazioni riservate. Dalle goccioline morte alle trappole del miele, dalle fughe del tronco alle trasmissioni esplosive, Matthews presenta al lettore un libro introduttivo sullo spionaggio nel 21 ° secolo. A Mosca soffoceranno quando leggeranno quanto è stata rivelata la loro professione tradizionale “.

Matthews ha scritto altri due romanzi “Sparrow”, “The Palace of Treason” e “The Kremlin Candidate”, entrambi usciti nel 2018. E l’anno precedente, ha detto all’Associated Press che aveva un’idea per un thriller che una volta considerava estremamente improbabile – anche Donald Trump diventa presidente.

Matthews ha detto: “La trama era un candidato presidenziale americano che aveva un segreto così grave che è stato messo sotto accusa, e l’unica persona che conosce il segreto è Vladimir Putin”.

Nate Nash era la sua posizione, ma Matthews chiamava Putin la sua musa ispiratrice, ridendo che ogni giorno si sveglia e pensa: “Grazie a Dio Vladimir Putin”. I suoi romanzi hanno catturato “la nuova Russia” guidata da Putin, lo “zar dagli occhi azzurri” e dai suoi compagni (Siloviki), che ha ravvivato l’oppressione e la corruzione nell’ex Unione Sovietica senza nemmeno pretendere che fosse uno Stato funzionante.

“Questi figli hanno svuotato l’eredità della Russia, diffondendo una coltre di corruzione completamente sulla base del fatto che se non sei un miliardario che gestisce Gazprom il monopolio energetico di tasca tua, sei un moscovita che non può ordinare carne più di tre giorni alla settimana”, Matthews ha scritto nel candidato del Cremlino, in cui Nash e Igorova inseguono un agente russo nel governo degli Stati Uniti.

READ  "Bonogram" e Bocelli aprono i tornei di Euro 2020

“I Silovik erano gli eredi dei Cardinali Grigi, i membri della linea dura del vecchio Politburo sovietico, che hanno fatto morire di fame i russi sovietici per 70 anni a causa della loro ostinata impotenza poiché una tale nuova folla aveva affamato i russi moderni negli ultimi 20 anni con il loro avidità.”

Dopo il ritiro, Matthews si stabilì a Rancho Mirage, in California. Sua moglie e sua compagna veterana Susan Moran Matthews, e le loro due figlie, sono sopravvissute.

Matthews è nato a Wethersfield, nel Connecticut, ed è cresciuto in una famiglia di lingua greca, laureandosi in lingue straniere alla Washington e Lee University, studiando giornalismo all’Università del Missouri e infine imparando francese, spagnolo, italiano, turco e ungherese. La sua scelta di carriera non era pianificata: tramite un parente del Dipartimento di Stato, è stato intervistato da un’agenzia governativa che si è rivelata essere la CIA e gli è stato chiesto di aderire perché stavano cercando persone di lingua greca.

Nel 2015 ha detto al Men’s Journal: “Ero un ragazzino, e il mio lavoro era tacere e assicurarmi che il rifugio avesse una birra in frigo. Ma era la prima volta che ti sentivi come se ci fossero persone in questi piccoli angoli pericolosi del mondo che facevano la stessa cosa che stavi facendo tu. Come piccola persona, è stato davvero bello. Ovviamente non potevi dire nulla. Ma c’era un orgoglio chiuso: “Siamo effettivamente nel CIA! “

Era un uomo maleducato che Men’s Journal ha descritto come “l’ultima persona che si associa a una spia – finché non si scopre che lo era”. Ha ricevuto la Medaglia al merito della CIA tra gli altri riconoscimenti ed era riluttante a dire molto su dove lavora e cosa fa. Ma stava indicando che era specializzato nelle pericolose “operazioni di esilio” che sono apparse sulla lista dei terroristi in Medio Oriente. È stato costretto a fuggire dall’ambasciata degli Stati Uniti durante la guerra del Kosovo alla fine degli anni ’90 e ha supervisionato il supporto dell’intelligence statunitense per le Olimpiadi invernali del 2006 a Torino, in Italia.

READ  Qual è lo stato della relazione tra Kylie Jenner e Travis Scott nel 2021?

Ha detto al New York Times nel 2015: “Lavorare per l’agenzia è una professione molto sperimentale, come essere un poliziotto o un vigile del fuoco o un pilota di jet, e quando ci si ferma, si ferma davvero”. La maggior parte è a Washington, e mi siedo e condivido storie di guerra, ma vivevo in California, ed era o scrivo qualcosa o vado a pescare “.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *