Jaguar Mitch Evans vince la prima gara dell’E-Prix di Roma con due teste

ROMA: Mitch Evans ha vinto sabato l’esilarante prima e-Race di Roma in un doppio weekend nella capitale italiana.

Il successo del neozelandese è stato coronato da una fantastica giornata per il Team Jaguar TSC Racing, con il compagno di squadra Sam Bird che ha concluso tra i primi cinque dopo aver iniziato gara 13 in griglia.

La Mercedes-EQ e l’ex pilota di Formula 1 Stoffel Vandoorne sono riusciti a prendere il terzo posto solo dopo aver iniziato la gara al primo posto, mentre Robin Frijns è partito su un’auto Envision Racing e ha concluso la gara al secondo posto.

La ROKiT Venturi Racing, con sede a Monaco, ha chiuso tra i primi dieci al ritorno a Roma del Campionato del mondo di Formula E, segnando sei punti su Eduardo Mortara.

Dai gruppi A e B, Edu e il compagno di squadra Lucas di Grassi hanno mancato di poco l’inning di scherma e classificandosi sesti nella loro posta in gioco, si sono schierati 11° e 12° in griglia.

Quando la gara è iniziata, il duo ha avuto una collisione con Oliver Rolland che ha lasciato la coppia all’undicesimo e diciassettesimo posto prima di un successivo stint per le safety car.

Tuttavia, in una campagna strategica, entrambi sono riusciti a recuperare, con Edo che avanzava attraverso posizioni point-push per minacciare di guadagnare un posto sul podio nelle fasi finali.

Lo svizzero-italiano ha beneficiato di una gara devastata per passare al quinto posto dopo che Jake Dennis è balzato in vantaggio pochi istanti prima di allungare il tempo di cinque minuti.

Dietro a Sam Bird al penultimo giro, Edu si è assicurato provvisoriamente il sesto posto sotto la bandiera a scacchi prima di applicare una penalità di cinque secondi che lo ha portato al settimo posto.

READ  Jonathan Rea III come Michael Robin Rinaldi a Misano

Nel frattempo, Di Grassi ha recuperato dal suo primo tempo perso sul giro e ha mostrato un ritmo forte facendo segnare il giro più veloce della gara.

Il brasiliano ha lottato per i punti fino alla linea offensiva ma ha perso il decimo posto per soli 0,392 secondi.

Con i suoi sei punti, Edo continua a guidare il Campionato Mondiale Piloti mentre ROKiT Venturi Racing è secondo nella classifica a squadre.

“È stata una gara ricca di eventi da parte mia, sono rimasto con Oliver (Roland) al primo giro e l’ho ruotato al settimo giro, cosa di cui non ti senti mai orgoglioso”, ha detto Mortara. “Da lì c’è stata una lotta, la macchina ha perso gran parte dell’ala anteriore e, di conseguenza, la mia potenza e la gestione delle gomme sono state più sensibili.

“Fortunatamente avevamo un buon ritmo e siamo riusciti a rientrare tra i primi 10 e ad un certo punto eravamo in vista del podio.

“Oggi stiamo facendo punti ma non è come vorrei, domani abbiamo un’altra gara e se riusciamo a entrare nei duelli in qualifica, penso che dovremmo essere in grado di lottare davanti”, ha aggiunto .

L’ottava stagione di Formula E è proseguita domenica, con un’altra gara sul circuito di Citadino Delors.

Il suo compagno di squadra, Di Grassi, ha aggiunto: “Siamo stati molto veloci in gara oggi con il giro più veloce in assoluto ma la fortuna non è stata dalla nostra parte, sono rimasto bloccato in un incidente tra Edo e Roland al via e ho dovuto recuperare dal passato in P11. Domani lotteremo di nuovo”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *