Italy Viva in testa al governo, poi Renzi detta le sue condizioni su Facebook: ecco la lettera che ha mandato a Condé

Prima i compiti del ministro a Bruxelles Theresa Bellanova, Quindi procrastinazione Anche vertici sulle sue attività vacanze di Natale Ricerca articolo È stato davvero un ostacolo. Giorni L’Italia è viva Serve un confronto con il Primo Ministro Giuseppe Conte, Ma nel frattempo fa di tutto per continuare il balletto. Nel frattempo Matteo Renzi Primo in TV (Ha ribadito la sua richiesta di chiedere soldi martedì sera Mio), Poi questa mattina Facebook Pubblica una lunga lettera primo ministro. All’interno del testo ci sono richieste che arrivi a Conte se ogni tanto si siede al tavolo per i confronti, evitando sorprese: secondo recenti indiscrezioni il vertice è ormai fissato 19 Questa sera.

Lettera con richieste da Italia Viva: no alla task force, sì alla mensa – “Trasparenza totale” è l’introduzione del leader L’Italia è viva Su Facebook, ha detto: “Sto incollando la lettera qui. Troppo tempo, lo so. Ma almeno lo capisci Parliamo di cose serie, non di riformeRenzi, anzitutto, è ansioso di dire che quello che cerca non sono posti nuovi: “Caro Presidente, la storia raccontata da Palazzo in questi giorni racconta ‘Italy Viva’ Hanno bisogno di poltrone. Questo è il populismo utilizzato per la comunicazione. Ma soprattutto, questa è una grande bugia “. Il senatore espone quindi due rivendicazioni centrali: l’opposizione alla task force per il management Fondo di rimborso E l’uso finanziario del pasticcio. Tuttavia, il Presidente del Consiglio ha ribadito ieri che si tratta di una richiesta europea e che per seppellirla era necessaria una proposta alternativa. In connessione con Mio, Discussione, Un intervistatore per Accordi & Discordi, “Non posso prenderlo o lasciarlo”.

READ  Corona virus, nella zona rossa o arancione d'Italia nell'ipotesi di Natale e Capodanno, ieri quasi 18mila casi governativi: Ultime Notizie

Riguardo al gruppo di lavoro, Renzi ha ribadito la minaccia lanciata al Senato una settimana fa: “Vi avevamo detto in Parlamento – scrive Renzi a Conte” che un Paese può spendere 209 miliardi di dollari. Non sono stati organizzati gruppi di lavoro Concessione di poteri alternativi a seconda del governo. No.Non scambiare la sessione parlamentare direttamente tramite Facebook. Al Gabinetto non è stato chiesto di approvare il documento, che è stato condiviso l’ultima volta. Perché questi due miliardi di euro sono la nostra ultima possibilità “. Inoltre, come ha fatto ieri, l’ex leader dell’ECP avrebbe detto: “Come sottolinea seriamente Mario Draghi: ‘Peggio di quanto sembri il problema, le autorità devono agire con urgenza'”.

Per la massima trasparenza incollo qui la lettera che ho inviato ieri al Presidente del Consiglio. Troppo tempo, lo so. Ma…

Pubblicato da Matteo Renzi Il suo Mercoledì 16 dicembre 2020

Oggi in edicola – Ricevi notizie e approfondimenti ogni giorno alle 7.00. Solo per abbonati.

Sostieni Ilfattoquotidiano.it: Mai come questo momento
Abbiamo bisogno di te.

In queste settimane di epidemie, giornalisti, se facciamo il nostro lavoro con la coscienza pulita, stiamo facendo un servizio pubblico. Per questo motivo siamo orgogliosi di presentare ogni giorno centinaia di nuovi contenuti gratuitamente a tutti i cittadini qui su ilfattoquotidiano.it: notizie, approfondimenti esclusivi, interviste ad esperti, sondaggi, video e altro ancora. Tuttavia, questo lavoro comporta un enorme costo economico. La pubblicità, in un momento in cui l’economia è stagnante, fornisce entrate basse. Il boom di accesso non corrisponde. Per questo vi chiedo di sostenere chi legge queste righe. Darci un contributo minimo, pari al prezzo di un cappuccino a settimana, è fondamentale per il nostro lavoro.
Diventa un utente secondario Clicca qui.

Grazie
Peter Gomez

Ma ora abbiamo bisogno di te. Perché il nostro lavoro ha un costo. Siamo orgogliosi di fornire gratuitamente centinaia di nuovi contenuti ogni giorno a tutti i cittadini. Ma la pubblicità, in un momento in cui l’economia è stagnante, offre rendimenti bassi. La spinta all’accesso a Ilfattoquotidiano.it non ha coinciso. Per questo ti chiedo di sostenerci con un contributo minimo pari al prezzo di un cappuccino a settimana. Una piccola ma basilare cifra per il nostro lavoro. Dacci una mano!
Diventa un utente secondario!

Grazie
Peter Gomez


ilFattoquotidiano.it

Supporto ora


I pagamenti sono disponibili

Articolo precedente

Ha ragione Conte a farsi recuperare i fondi dall’attacco dei partiti! Fatta eccezione per il collettivo

Il prossimo


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *