Influenza aviaria: la Russia comunica all’Organizzazione mondiale della sanità di aver rilevato il primo caso di ceppo nell’uomo

La Russia ha informato l’Organizzazione mondiale della sanità del possibile ceppo. “Se confermato, questa sarà la prima volta che il virus H5N8 infetta le persone”, ha dichiarato sabato in una dichiarazione un portavoce dell’Organizzazione mondiale della sanità in Europa.

La dichiarazione ha aggiunto che i casi segnalati sono lavoratori che sono stati esposti a stormi di uccelli, secondo le informazioni preliminari.

Il portavoce ha detto che i lavoratori “non hanno mostrato sintomi e la trasmissione dell’infezione da una persona all’altra non è stata segnalata”.

Il ceppo era stato scoperto in sette lavoratori degli allevamenti di pollame nel sud del paese, secondo le notizie statali, Anna Popova, capo del Servizio federale russo per monitorare la protezione dei diritti dei consumatori e del benessere umano, ha detto in un’intervista televisiva su Sabato. Segnalato dalla TASS.

Sebbene l’Organizzazione Mondiale della Sanità non abbia ancora confermato, l’Autorità Sanitaria Russa ha detto che sta discutendo con le autorità nazionali per raccogliere maggiori informazioni e “valutare l’impatto sulla salute pubblica” dell’incidente.

L’influenza aviaria di solito colpisce solo gli uccelli e ce ne sono molti ceppi diversi.

La maggior parte delle infezioni umane sono causate dal contatto con pollame infetto o superfici contaminate da secrezioni di uccelli infetti: saliva, secrezioni nasali o feci.

Nel 2014, il virus H5N8 ha infettato il pollame negli allevamenti in Germania, Paesi Bassi e Regno Unito.

READ  Ascolta il ronzio dell'elicottero Creativity Mars della NASA in volo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *