Indonesia: quasi 200 passeggeri e membri dell’equipaggio salvati dal mare dopo l’incendio di un traghetto notizie dal mondo

Un traghetto che trasportava quasi 200 persone ha preso fuoco in Indonesia, costringendo i passeggeri e l’equipaggio a gettarsi in mare.

KM Karya Indah si stava dirigendo verso la remota isola di Sanana nel nord-est Indonesia Quando l’incendio è scoppiato intorno alle 7:00 ora locale, hanno detto i funzionari.

Un video telefonico dell’incidente fornito dalla National Search and Rescue Agency mostrava i passeggeri e l’equipaggio aggrappati a oggetti galleggianti mentre lottavano in acque agitate, mentre un fuoco violento sul traghetto faceva precipitare nuvole di fumo nero.

immagine:
L’incendio ha costretto i passeggeri e l’equipaggio a tuffarsi in mare, ma non ha causato feriti. Pic: AP
Un incendio è scoppiato in un traghetto indonesiano mentre i passeggeri si tuffavano in mare
immagine:
I pescherecci locali sono stati utilizzati per aiutare a salvare tutti i 181 passeggeri. Pic: AP

Wisnu Wardana, portavoce della Direzione generale dei trasporti marittimi, ha affermato che i pescherecci locali sono stati utilizzati per aiutare a salvare tutti i 181 passeggeri, inclusi 22 bambini e 14 membri dell’equipaggio.

Ha detto che le autorità stavano ancora indagando sulla causa dell’incidente e che i sopravvissuti hanno detto loro che l’incendio sembrava essere iniziato nella sala macchine circa 15 minuti dopo che la nave aveva lasciato Ternate, la capitale della provincia di North Maluku.

Foto pubblicata dalla National Search and Rescue Agency (BASARNAS).  Pic: AP
immagine:
I sopravvissuti hanno detto alle autorità che l’incendio è scoppiato nella sala macchine. Pic: AP

Gli incidenti sui traghetti sono comuni in Indonesia, il più grande arcipelago del mondo con oltre 17.000 isole. Molti degli incidenti sono accusati di scarsa regolamentazione dei servizi di navigazione.

READ  Ever Geffen, la nave che ha tagliato il Canale di Suez, sarà rilasciata dopo che l'accordo è stato concordato | canale di Suez

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *