Incendi in Turchia: “Oh mio Dio, la mia casa sta bruciando” – Gli abitanti del villaggio parlano della devastazione mentre una nazione è stata esposta al peggior inferno in un decennio | notizie dal mondo

La ferocia degli incendi in Turchia è qualcosa da guardare.

Abbiamo guardato con i residenti della bellissima cittadina balneare di Kokerteme, sulla costa egea, mentre scintillanti foreste secche divoravano intorno alla comunità in pochi minuti.

Il villaggio sembrava circondato. Abbiamo visto i camion dei pompieri riflettere e strillare in lontananza: i vigili del fuoco hanno usato gli altoparlanti per alzare la voce dei residenti per correre. Dietro di loro c’era un enorme foglio di fiamme che si dirigeva verso di loro.

intervento incendi Distribuito in quasi 40 (su 81) contee, si è rivelato un compito molto più difficile del previsto.

Si prega di utilizzare il browser Chrome per un lettore video accessibile

Reporter di Sky sull’orlo degli incendi in Turchia

I vigili del fuoco e le autorità hanno dovuto fare i conti con temperature estremamente elevate, con picchi di oltre 40°C (104°F) per la maggior parte dei giorni della settimana.

Il 20 luglio la temperatura ha raggiunto i 49,1 °C (120,38 °F) su un’isola nel sud-est del Paese. Le alte temperature dovrebbero persistere per almeno un’altra settimana.

Si ritiene che gli incendi siano i peggiori da almeno un decennio – con alcuni gestori di foreste con cui abbiamo parlato descrivendoli come i più distruttivi dagli anni ’40.

C’è stato un calo dell’umidità in particolare che ha contribuito alla siccità e forti venti al largo che hanno esacerbato i rischi di incendio.

fuoco di tacchino
immagine:
La gente del posto subisce perdite devastanti a causa degli incendi nel sud della Turchia

Un certo numero di studiosi attribuisce questi estremi al cambiamento climatico, ma oltre a questi fattori ambientali, ci sono state pesanti critiche al leader turco, Presidente ErdoganPerché non ci sono abbastanza aerei antincendio per affrontarlo.

READ  La Cina convoca l'ambasciatore del Regno Unito per un articolo "compiaciuto" sulla libertà dei media | Cina

Non è ancora chiaro cosa li abbia avviati, anche se gli incendiari sono stati accusati.

Ma una volta scoppiati gli incendi, è stata una battaglia enorme per cercare di controllarli e persino il signor Erdogan ha ammesso che il paese non aveva una flotta aerea adeguata per combattere gli incendi.

Una donna del posto sta lottando per salvare la sua casa a Kokertami.
immagine:
Cercare di controllare gli incendi è stata una battaglia enorme
Un locale e dei volontari combattono per salvare Chokerty.
immagine:
Locali e volontari combattono per salvare Cokertme

Questi fattori che contribuiscono non sono affatto di conforto per i cittadini terrorizzati che stanno lottando per salvare le loro case, bestiame, animali domestici, aziende e terreni agricoli.

“La mia casa sta bruciando, la mia casa, la mia casa… oh mio Dio”, è stato tutto ciò che una donna ha potuto dirci quando l’abbiamo incontrata a Cockerati. Pochi minuti prima stava urlando contro i vigili del fuoco, imprecando contro di loro per non essere arrivati ​​abbastanza presto.

Gli abitanti del villaggio stavano combattendo gli incendi da soli, in ogni modo possibile… A volte ricorrendo a versare bottiglie d’acqua intorno al perimetro delle loro case – o tirando secchi d’acqua da pozzi privati ​​per cercare di mantenere il terreno fresco.

Il fumo aleggia su Kokertami.
immagine:
Il fumo si alza su Kokertme
& # 39;"La mia casa sta bruciando, una donna ha pianto.
immagine:
Una donna si sente disperata per quello che è successo nella sua zona

Una delle donne, Tuji Olualan, ci ha detto: “Lo stato non ci aiuta. Se gli abitanti del villaggio non fossero qui, la situazione sarebbe stata peggiore. Non ci sono abbastanza vigili del fuoco. Non ci sono aerei. Non ci sono elicotteri”.

Infatti, il Dipartimento delle Foreste afferma sul suo sito web di avere 13 aerei, 45 elicotteri, 9 droni e 828 veicoli antincendio. L’assistenza internazionale è arrivata sotto forma di supporto aereo prima dalla Russia, dall’Ucraina, dall’Azerbaigian e dall’Iran.

READ  Cos'è una cupola termica? Il sistema meteorologico record colpisce Stati Uniti e Canada | notizie di scienza e tecnologia

Solo in seguito, mentre gli incendi continuavano senza sosta, fu accettato l’aiuto di paesi europei come Spagna e Croazia.

Abbiamo visto un elicottero russo far cadere ripetutamente secchi d’acqua sugli incendi nel villaggio mentre gli incendi diventavano più forti e più intensi.

Alex vive di fronte a un muro di fiamme.
immagine:
Alex Crawford si presenta davanti a un muro di fiamme

I residenti si sono imbattuti nei pali con le manichette antincendio sotto il braccio e sono saliti sulla collina vicino al cimitero del villaggio per cercare di spegnere le fiamme ai margini dei loro giardini sul retro.

“Hadi! Hadi!” (Sbrigati! Sbrigati!) Un uomo gridò ai suoi vicini. Una donna vicino a lui ha pianto in modo udibile mentre sollevava una manichetta antincendio attorcigliata sopra un recinto di filo spinato.

Non eravamo pronti (come paese)… non eravamo affatto pronti”, ci ha detto un giovane di nome Jim Akin. “Mi sento così stanco e impotente. Non possiamo fare nulla. Le nostre case stanno bruciando. Le nostre foreste stanno bruciando e non c’è niente che possiamo fare.”

Un vigile del fuoco a Crashing.
immagine:
Vigile del fuoco a Kokertme

C’è rabbia e disperazione collettiva che attraversano il paese alla velocità degli incendi che sembrano divorare le foreste del paese.

Finora quest’anno sono stati distrutti circa 95.000 ettari di foresta. E una volta che sembrano avere gli incendi sotto controllo, ne scoppiano altri.

La Turchia è già stata duramente colpita economicamente dal coronavirus e dalla recessione nel suo settore turistico. I suoi cittadini soffriranno di più adesso.

Altri crediti: fotografo Kevin Shepard, produttori Chris Cunningham e Guldenay Sonumut.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *