In questo giorno del 2017: l’Italia non è riuscita a qualificarsi per la Coppa del Mondo

L’Italia non è riuscita a qualificarsi per la Coppa del Mondo per la prima volta dal 1958 dopo aver pareggiato 0-0 con la Svezia in questo giorno nel 2017.

Dopo aver perso 1-0 complessivo contro il gol di Jacob Johansson nell’andata dei playoff a Stoccolma, Giampiero Ventura degli Azzurri ha salutato l’esultanza di quasi 72.000 tifosi italiani a San Siro.

Ma nonostante sia stata assediata dalla difesa scandinava per più di 90 minuti frenetici, l’Italia non è riuscita a sfondare e alla Svezia è bastato un pareggio senza reti per raggiungere la Russia 2018.

Coach Ventura, che ad agosto ha approvato un nuovo contratto fino al 2020, ha sopportato il peso delle critiche in una campagna di Coppa del Mondo che ha visto i quattro volte campioni del mondo l’Italia qualificarsi per il secondo posto dietro la Spagna, e con tale disgrazia. da una partita di playoff.

È sempre stato difficile per l’Italia farsi strada nella capitale svedese, ma con una ricchezza di opzioni sorprendenti, una delle difese più forti d’Europa e probabilmente il miglior portiere del mondo Gianluigi Buffon, ci si aspettava più scontro in rimonta.

Andreas Granqvist è stato il salvatore della Svezia prima del pareggio del primo tempo, con la rete di Ciro Immobile che ha attraversato di poco la linea.

Dopo l’intervallo, Matteo Darmian ha ricevuto un rigore respinto dopo aver controllato il cross di Alessandro Florenzi – l’arbitro spagnolo Antonio Mateo Lahoz ha chiamato un fallo di mano.

Il successivo tentativo di Florenzi colpisce il secondo palo e dopo un altro giro di chiodi lascia Immobile con la testa tra le mani dopo il sinistro cross da distanza ravvicinata di Antonio Candreva.

READ  Live streaming Liverpool - Indagine su Jeremy Duques, rivendicata da Nicolo Parilla, link di Peter Zelensky

Il portiere della Svezia Robin Olsen ha affrontato alcuni momenti disperati con il passare del tempo a Milano.

Ha salvato un colpo di testa di Marco Barolo e a tre minuti dalla fine, il subentrato Stephan El Shaarawy ha colpito duramente per la sicurezza.

Questo è bastato alla Svezia, che si è qualificata per il torneo per la prima volta dal 2006, anno in cui l’Italia è stata incoronata campione del mondo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *