IMO: la rielezione dell’India al Consiglio dell’IMO

L’India è stata rieletta al Consiglio dell’Organizzazione marittima internazionale (IMO) dopo che si sono svolte le elezioni presso la sua Assemblea a Londra per il biennio 2022-23.

Le elezioni indiane rientrano nella categoria dei 10 stati “di maggiore interesse per il commercio marittimo internazionale”, insieme ad Australia, Brasile, Canada, Francia, Germania, Paesi Bassi, Spagna, Svezia ed Emirati Arabi Uniti.

Il Consiglio neoeletto si riunirà ufficialmente mercoledì alla chiusura della 32a Assemblea internazionale della 126a sessione dell’IMO, quando eleggerà il presidente e il vicepresidente per il prossimo mandato di due anni.

“L’India è stata rieletta al Consiglio dell’IMO”, ha dichiarato l’Alto Commissariato dell’India a Londra in una dichiarazione su Twitter dopo le elezioni di venerdì.

“La delegazione dell’India presso l’OMI estende i suoi più sentiti ringraziamenti a tutti gli Stati membri e non vede l’ora di lavorare con tutti per la realizzazione dei nostri obiettivi comuni”, afferma la nota.

Il Consiglio è l’organo esecutivo dell’Organizzazione marittima internazionale ed è responsabile, sotto la direzione dell’Assemblea, della supervisione dei lavori dell’organizzazione. Tra le sessioni dell’Assemblea, il Consiglio svolge le funzioni dell’Assemblea, salvo per formulare raccomandazioni ai governi sulla sicurezza marittima e la prevenzione dell’inquinamento.

Cina, Grecia, Italia, Giappone, Norvegia, Panama, Repubblica di Corea, Federazione Russa, Regno Unito e Stati Uniti sono stati eletti al Consiglio nella categoria dei dieci paesi con “il maggior interesse a fornire servizi di trasporto internazionale di merci”. “.

Nel frattempo, altre 20 nazioni non elette all’interno delle due categorie sono state elette nel consiglio per garantire che tutte le principali regioni geografiche del mondo siano rappresentate come aventi “interessi speciali nella navigazione o nella navigazione”. I 20 paesi della lista sono Bahamas, Belgio, Cile, Cipro, Danimarca, Egitto, Indonesia, Giamaica, Kenya, Malesia, Malta, Messico, Marocco, Filippine, Qatar, Arabia Saudita, Singapore, Thailandia, Turchia e Vanuatu.

READ  Popyrin torna in azione con Dubai che vince

La 32a Assemblea dell’Organizzazione marittima internazionale si riunisce attualmente presso la sede dell’IMO a Londra dal 6 al 15 dicembre. Tutti i 175 Stati membri ei tre membri associati hanno diritto a partecipare all’Assemblea, che è il più alto organo di governo dell’Organizzazione marittima internazionale.

Sono invitate a partecipare le organizzazioni intergovernative con le quali sono stati conclusi accordi di cooperazione e le organizzazioni internazionali non governative in stato consultivo con l’Organizzazione marittima internazionale.

L’Assemblea si riunisce di norma una volta ogni due anni in sessione ordinaria. È responsabile dell’approvazione del programma di lavoro, della votazione del budget e della definizione delle disposizioni finanziarie dell’organizzazione. In queste riunioni elegge anche il Consiglio di amministrazione dell’Organizzazione, composto da 40 membri, per il prossimo biennio.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *