Il virus Jamestown Canyon è stato rilevato per la prima volta nelle zanzare nel New Hampshire

Un virus trasmesso dalle zanzare che può causare sintomi gravi nelle persone è stato trovato nelle zanzare nel New Hampshire durante la prima estate in cui lo stato ha testato il virus e le persone sono risultate positive al virus di Jamestown Canyon nel New Hampshire prima, ma questo è il primo. Nell’estate in cui il New Hampshire testa le zanzare per il virus come parte della sua sorveglianza di routine, il test fa parte di un progetto pilota lanciato dallo Stato in collaborazione con la Cornell University e altre organizzazioni volte a dare un’occhiata più da vicino alla diffusione del virus . Specie portatrici di malattie in tutto il New Hampshire centrale. Sebbene il virus sia stato rilevato in un gruppo di zanzare a Bow, quest’anno non è stato ancora identificato nell’uomo. La scoperta ha senso, ha detto l’entomologa Sarah McGregor, di Dragon Mosquito Control, “Abbiamo visto il virus di Jamestown Canyon ogni anno negli esseri umani, quindi sappiamo che sta circolando nelle zanzare”. “Non abbiamo avuto la possibilità di trovare e testare quelle zanzare, quindi non sono sorpreso”. Lo stato ha identificato 14 casi di virus dalla prima segnalazione della malattia nel New Hampshire nel 2013. A livello nazionale, ci sono circa 15 casi ogni anno e molti di quelli infetti sono asintomatici. Altri hanno febbre, affaticamento, mal di testa o sintomi respiratori come tosse, mal di gola o naso che cola. Può anche causare malattie gravi, tra cui encefalite o meningite, e circa la metà dei pazienti segnalati con la malattia viene ricoverata in ospedale, ma la morte è rara. Virus del Nilo occidentale ed EEE. “Siamo grati di essere in grado di monitorare meglio in modo da avere un’idea migliore di dove si trovano e che tipo di malattie stanno causando nella nostra popolazione”, ha detto Talbot.

READ  La sonda cinese su Marte guida il suo primo veicolo sulla superficie del pianeta rosso | Notizie di scienza e tecnologia

Un virus trasmesso dalle zanzare che può causare sintomi gravi nelle persone è stato trovato nelle zanzare nel New Hampshire durante la prima estate in cui lo stato ha testato il virus.

Le persone sono già risultate positive al virus di Jamestown Canyon nel New Hampshire, ma questa è la prima estate che il New Hampshire ha testato le zanzare per il virus come parte della sua sorveglianza di routine.

Il test fa parte di un progetto pilota lanciato dallo Stato in collaborazione con la Cornell University e altre organizzazioni che mira a esaminare più da vicino quanto sia diffuso il virus nelle specie portatrici di malattie nel New Hampshire centrale.

Sebbene il virus sia stato rilevato in un gruppo di zanzare a Bow, quest’anno non è stato ancora identificato nell’uomo. L’entomologa Sarah McGregor, di Dragon Mosquito Control, ha affermato che la scoperta aveva un senso.

“Abbiamo visto il virus di Jamestown Canyon ogni anno negli esseri umani, quindi sappiamo che si diffonde nelle zanzare”, ha detto MacGregor. “Non abbiamo avuto la possibilità di trovare e testare quelle zanzare, quindi non sono sorpreso”.

Lo stato ha identificato 14 casi di virus dalla prima segnalazione della malattia nel New Hampshire nel 2013. A livello nazionale, ci sono circa 15 casi ogni anno.

Molte persone infette non mostrano sintomi. Altri hanno febbre, affaticamento, mal di testa o sintomi respiratori come tosse, mal di gola o naso che cola. Può anche causare malattie gravi, tra cui encefalite o meningite.

Circa la metà dei pazienti segnalati per avere la malattia sono ricoverati in ospedale, ma la morte è rara.

READ  La Cina prevede di inviare la sua prima missione con equipaggio su Marte nel 2033

Il vice epidemiologo dello stato, la dott.ssa Elizabeth Talbot, ha affermato che lo stato non aveva precedentemente tracciato il virus come se si occupasse del virus del Nilo occidentale e dell’EEE.

“Siamo grati di essere in grado di tracciare meglio in modo da avere un’idea migliore di dove si trovano e che tipo di malattie stanno causando nella nostra popolazione”, ha detto Talbot.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *