Il tribunale italiano revoca il mandato di cattura per mediatore all’udienza in Vaticano

Una donna passa davanti all’ingresso di 60 Sloan Avenue il 13 aprile 2021 a Londra, Regno Unito. REUTERS / John Sibley / Foto d’archivio

ROMA, 13 ottobre – La più alta corte italiana ha annullato mercoledì un mandato di cattura per un broker italiano che era sotto processo in Vaticano per un caso riguardante l’acquisto di un edificio in uno dei quartieri più luminosi di Londra.

Gianluigi Dorsey, uno dei due broker coinvolti nell’affare, è accusato di frode, appropriazione indebita, riciclaggio di denaro ed estorsione in un’indagine iniziata a luglio. Si rifiuta di fare qualcosa di sbagliato.

L’avvocato Ambra Giovan ha detto che la corte d’appello ha revocato il mandato di cattura e lo ha rinviato al tribunale di primo grado, che ora deve decidere se revocarlo o confermarlo.

Darcy vive a Londra e combatte contro un mandato di cattura internazionale. Se il tribunale di primo grado annulla il mandato d’arresto italiano, l’internazionale scadrà, ha detto.

Questa è l’ultima battuta d’arresto nel processo a 10 imputati, tra cui un cardinale licenziato da papa Francesco e diversi ex dipendenti vaticani.

In una sessione della scorsa settimana, il capo della giustizia ha ordinato al pubblico ministero di fornire maggiore accesso alle prove e di perseguire gli imputati che in precedenza non avevano diritto di parola. Per saperne di più

I media vaticani riferiscono che la Segreteria di Stato vaticana ha affondato più di 350 milioni di euro in un edificio nella zona sud di Kensington della capitale britannica. “.

Il giudice del processo ha tempo fino al 3 novembre per fornire ulteriori prove al pubblico ministero prima che il processo riprenda il 17 novembre.

READ  Prima pagina - Cassetta: "Dal Napoli al Samperia, altro colpo alla Specia"

Relazione di Filippo Pullella; La modifica uccide Elcut

I nostri standard: Politiche della Fondazione Thomson Reuters.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *