Il trattamento rivoluzionario del cancro attiva il sistema immunitario per uccidere i tumori

Cambridge, Massachusetts. – Gli scienziati del Massachusetts Institute of Technology affermano che un trattamento rivoluzionario contro il cancro combina diversi trattamenti per distruggere con successo i tumori. Il loro trattamento innovativo “rilancia” le difese naturali del paziente integrando tecniche di chemioterapia, immunoterapia e antitumorale.

Utilizzando questo nuovo approccio, i ricercatori affermano che le cellule malate vengono rimosse dal corpo, trattate con farmaci e quindi reinserite nel tumore. Sono consegnati con un grande carico di farmaci che attivano le cellule T del sistema immunitario. Le cellule cancerose infette sembrano agire come un segnale di pericolo che le spinge all’azione.

“Quando le cellule con danni al DNA vengono prodotte ma non uccise, in determinate condizioni, le cellule colpite possono inviare un segnale che risveglia il sistema immunitario”, afferma il professor Michael Yaffe. Rilascio universitario.

Trattamento efficace per molti tipi di cancro

L’immunoterapia – che stimola il sistema immunitario a uccidere i tumori – funziona solo con un piccolo numero di tumori. Il nuovo metodo può consentirne l’uso contro Molte forme della malattia.

Negli esperimenti, solo rimuove i tumorie melanomi e cancro al seno nel 40% dei topi trattati. Quando negli stessi roditori sono state iniettate cellule cancerose mesi dopo, le cellule T le hanno riconosciute e le hanno distrutte prima che si potessero formare nuovi tumori.

Il team del MIT ha migliorato le prestazioni dei farmaci immunoterapici chiamati inibitori del checkpoint. Prendono il freno dalle cellule T che sono diventate “esauste” e incapaci di attaccare i tumori. L’aggiunta di farmaci chemioterapici ha aiutato le cellule colpite a inviare segnali che avrebbero attirato l’attenzione del sistema immunitario.

Questo descrive un nuovo concetto di danno delle cellule immunitarie piuttosto che morte delle cellule immunitarie Trattamento per il cancroIl professor Yaffe riferisce.

READ  Sì, anche gli astronauti l'hanno visto. Le palle di fuoco hanno attraversato due volte il cielo del New Jersey nell'arco di pochi giorni.

“Abbiamo dimostrato che se si trattano le cellule tumorali in un piatto, quando vengono iniettate direttamente nel tumore e vengono somministrati inibitori del checkpoint, le cellule vive infette sono quelle che Attiva il sistema immunitario. “

Sono in corso diversi studi clinici che combinano terapie. Studia sulla rivista La scienza dei segni Getta nuova luce sull’approccio migliore.

Raggiungere il giusto equilibrio per uccidere il cancro

I farmaci che hanno funzionato meglio sono quelli che causano danni al DNA. Attivano percorsi cellulari nei tumori che rispondono allo stress. Le sostanze chimiche inviano segnali di pericolo che inducono le cellule T a distruggere le cellule infette e qualsiasi altra cellula tumorale nelle vicinanze.

“I nostri risultati si adattano perfettamente al concetto che i “segnali di pericolo” all’interno delle cellule possono parlare con il sistema immunitario, una teoria ideata da Polly Matzinger presso il National Institutes of Health negli anni ’90, sebbene non ancora universalmente accettata”, aggiunge l’autore dello studio.

I ricercatori hanno anche provato a iniettare farmaci che danneggiano il DNA direttamente nei tumoriInvece di elaborare le cellule al di fuori del corpo. Tuttavia, questo era inefficace perché i farmaci chemioterapici danneggiavano anche le cellule T e altre cellule immunitarie vicine al tumore.

Anche l’iniezione di cellule infette senza inibitori del checkpoint ha avuto scarsi benefici.

“Devi offrire qualcosa che possa agire come stimolatore immunitario, ma poi devi anche rilasciare la massa che è preesistente nelle cellule immunitarie”, conclude il professor Yaffe.

Yaffe ora spera di testare l’approccio su pazienti i cui tumori non hanno risposto Immunoterapia. In primo luogo, gli autori dello studio dovranno eseguire più test per determinare quali farmaci e dosi saranno più vantaggiosi per i diversi tipi di tumori.

READ  Il tentativo di volo della navicella spaziale per martedì pomeriggio è stato cancellato [Updated]

I ricercatori stanno anche studiando come le cellule cancerose infette stimolano una risposta così potente dei linfociti T.

Lo scrittore del Southwest News Service Mark Waghorn ha contribuito a questo rapporto.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *