“Il successo del Vaticano per Champions League, Screener e Sanchez è in aumento. Vidal? Si sentiva un po ‘seccato”.

Il successo ti aiuta ad avere successo. Lo sa bene Antonio Conte Considerando la partita decisiva di mercoledì contro lo Shakhtar, questa sera beneficia di una promettente prestazione e di una vittoria sul Bologna. Proprio da questa accusa trionfante secondo l’opinione di mercoledì, il tecnico dell’Inter inizia l’analisi della gara in conferenza stampa.

Una vittoria importante pronta per lo Shakhtar?
“Certo che sì, certo il successo e una prestazione attenta e determinata è sicuramente una buona motivazione. Avevamo bisogno di questo tipo di successo perché il successo aiuta con l’autostima e la consapevolezza dei propri modi, il che ti fa capire, come, determinazione e indignazione dalla squadra più difficile con cui abbiamo a che fare fin dall’inizio. Penso che stiamo andando nella direzione giusta per la partita, ma dobbiamo stare attenti a non lasciare posti in contropiede perché sono pericolosi. Hanno giocatori veloci, giocheranno una partita a Madrid. Stiamo crescendo da tutte le angolazioni “.

È questa la migliore interpretazione dello sceneggiatore?
“Il Milan sta lavorando duro, e secondo me è un giocatore in ascesa come de Ambrosio, Pastoni, Ranocchia, de Vrij … sa di avere i mezzi per fare bene e le buone prestazioni aumenteranno inevitabilmente la fiducia in se stessi e la fiducia a modo suo”. Sono contento di essere un ragazzo serio e un grande professionista. Perché è difficile giocare contro di noi quando entro con Carra e Casimma giusti, e dobbiamo portare questa situazione per migliorare la partita dopo la partita “.

Sanchez è molto efficace come regista o puro attaccante?
“Oggi l’ho usato come trequartista perché il Bologna si è un po ‘stravolto mettendosi allo specchio oggi. Ho scelto questa soluzione perché volevo trovare la palla giusta tra le linee e gli si è avvicinato un punto di riferimento come Romelu. Questa volta è un trequartista, ma lo stesso In questo momento è anche un attaccante e al punto di realizzazione mi aspetto di più da lui, gli dico sempre di tirare, a volte vuole chiedere aiuto, ma cresce anche lui e per caso diventa pericoloso durante la partita e tutti lo sostituiscono con Romelu e La Toro per respirare e ruotare “Perché se ricordi quando l’ho sfruttato troppo era stanco.”

READ  Tui cancella più vacanze per i paesi dell'ambra tra cui Spagna e Italia

Domanda FcIN – Vidal ha ragione? Quando è uscito si stava toccando la coscia.
“Spero che questo non sia niente di particolare. Mi ha detto che si sentiva un po ‘infastidito dalla scivolata. Ci ha calmato. È un guerriero, ma spero che non sia niente di speciale perché tutti abbiamo bisogno di lui in mezzo al campo”.

Video – Nerasurli – Hakimi canta Dromontana

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *