Il rover Mars Insight della NASA si è gettato intenzionalmente dello sporco su se stesso

Il 22 maggio, un robot di stanza su Marte ha usato il suo braccio per raccogliere della sabbia marziana. Poi lo ha scaricato lentamente su se stesso, mentre i venti marziani afferravano i minuscoli granuli e li colpivano sui pannelli solari della macchina. Il robot era il lander Mars Insight della NASA e la discarica di sabbia non era un errore. Può sembrare illogico, ma L’agenzia spaziale mira a ripulire uno dei componenti più sensibili della sonda Usando la sabbia come strumento per rimuovere uno strato di polvere color ruggine che copre l’intero lander.

A differenza del rover Curiosity and Perseverance della NASA, il lander InSight si basa sull’energia solare per raccogliere energia. Immagazzina energia nelle sue batterie in modo da poter godere di una fornitura costante di elettricità per i suoi organi vitali. Sfortunatamente, mentre Marte si avvicina a un punto più lontano dal Sole nella sua orbita, l’energia solare diminuisce e la polvere rossastra che copre la sonda e i suoi pannelli solari sta peggiorando le cose.

Marte è spesso molto ventoso e, come ormai tutti sappiamo, i venti possono sollevare una vasta gamma di polvere. Enormi tempeste di polvere coprono regolarmente vaste aree del pianeta, e talvolta l’intero pianeta, e questa polvere ama depositarsi sui pannelli solari. InSight non ha un modo semplice per pulire i pannelli solari e la polvere è solo qualcosa con cui le precedenti missioni su Marte hanno dovuto fare i conti. Ma con InSight che ha registrato un calo significativo della raccolta di energia grazie alla combinazione di polvere appiccicosa e il sole è lontano da quello che è il resto dell’anno, i dipendenti del robot hanno deciso di provare qualcosa.

READ  I detriti che cadono da un missile cinese tornano sulla Terra: gli scienziati non sono sicuri di dove sia atterrato

Il Jet Propulsion Laboratory della NASA spiega:

Il team di InSight ha pensato a come provare a rimuovere la polvere dai pannelli solari per circa un anno. Ad esempio, hanno provato a pilotare motori a diffusione di pannelli solari (l’ultima volta che è stato utilizzato quando InSight ha aperto i pannelli solari dopo l’atterraggio) per eliminare la polvere, ma senza successo.

Dopo che quel tentativo fallì, la squadra si avvicinò con una tecnica diversa, esteriormente assurda. L’idea era quella di raccogliere la sabbia e farla cadere gradualmente vicino al pannello solare senza impilarla sopra i pannelli stessi. Gli scienziati l’hanno provato il 22 maggio a mezzogiorno, quando il Jet Propulsion Laboratory ha affermato che i venti erano al loro massimo. I venti hanno strappato alcuni granelli di sabbia dai pannelli solari, disintegrando una pozza di polvere che è stata poi portata via dalla brezza.

La tecnica ha funzionato incredibilmente bene e, sebbene i pannelli solari non siano completamente privi di polvere, la parte interessata dalla strategia della caduta di sabbia ha comportato un aumento della raccolta di energia di 30 wattora ogni giorno su Marte. InSight è attualmente in un’estensione della missione di due anni dopo la sua missione iniziale di due anni. Speriamo che il robot abbia abbastanza potenza per continuare a lavorare per tutto il tempo necessario.

Le migliori offerte di oggi

  1. Gli acquirenti di Amazon sono ossessionati da queste sneakers da $ 20 che hanno 15.000 recensioni a 5 stelleStar

  2. Le migliori offerte di oggi: denaro gratuito per i membri Prime, spine intelligenti da $ 4, splendidi orecchini di diamanti da $ 60, miracolo per puntura di zanzara da $ 10 e altro ancora

  3. Ultima possibilità: scopri perché così tante persone sono ossessionate dall’accessorio per smartphone da $ 29

  4. Questo in realtà ferma le punture di zanzara dal prurito e costa solo $ 10 su Amazon

READ  Gli astronomi hanno appena scoperto un nuovo magnete!

Guarda La versione originale di questo articolo è su BGR.com

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *