Il prossimo lancio di Crew Dragon è fissato per il 22 aprile – Il volo spaziale ora

Nella foto da sinistra c’è l’astronauta della NASA Megan MacArthur, l’astronauta dell’Agenzia spaziale europea Thomas Pesquet, l’astronauta dell’Agenzia di esplorazione aerospaziale giapponese Akihiko Hoshid e l’astronauta della NASA Shane Kimbro. Credito: NASA

La NASA e SpaceX hanno fissato il 22 aprile come data di lancio prevista per il prossimo volo della Crew Dragon verso la Stazione Spaziale Internazionale. L’equipaggio di quattro veterani sarà il primo a salire a bordo della navicella Falcon 9 precedentemente migliorata e della navicella Dragon riutilizzata, e un funzionario della NASA ha detto questa settimana che il lanciatore e la capsula sono “in condizioni davvero buone” mentre la ristrutturazione si conclude a Cape Canaveral.

La navicella spaziale Crew Dragon, la stessa capsula che è volata sulla stazione spaziale lo scorso anno con gli astronauti Doug Hurley e Bob Behnken, dovrebbe essere lanciata su un razzo Falcon 9 dalla piattaforma 39A del Kennedy Space Center della NASA. Un portavoce della NASA ha detto che la data di lancio per il 22 aprile è 6:11 EST (1011 GMT).

La NASA ha confermato la data di lancio il 22 aprile venerdì, che è un ritardo di due giorni dalla precedente data di lancio prevista del 20 aprile. I funzionari della NASA e di SpaceX hanno detto all’inizio di questa settimana che il lancio sarà probabilmente ritardato di “due giorni” per consentire più “un percorso per raggiungere la stazione spaziale dopo il decollo”.

Supponendo che la missione – designata Crew-2 – verrà lanciata come programmato il 22 aprile, il Crew Dragon attraccherà con la stazione spaziale intorno alle 7:05 EDT (1105 GMT) del 23 aprile, secondo un portavoce della NASA.

L’astronauta veterano della NASA Shane Kimbro guiderà la missione dell’equipaggio 2. Kimbro, che sta compiendo il suo terzo viaggio in orbita, sarà affiancato da un secondo pilota spaziale, Megan MacArthur, che fungerà da pilota per la navicella Crow Dragon. L’astronauta giapponese Akihiko Hoshid e l’astronauta dell’Agenzia spaziale europea Thomas Pesquet Kembra e Mac Arthur accompagneranno la stazione spaziale in una spedizione di sei mesi.

Hoshid e Pesquet saranno rispettivamente alla loro terza e seconda missione spaziale.

I tecnici di SpaceX a Cape Canaveral stanno restaurando un Falcon 9 Booster e un Crew Dragon in preparazione del lancio del 22 aprile.

“Posso dire con gioia che la stragrande maggioranza delle navicelle si è dimostrata efficace in volo”, ha detto Benji Reed, direttore senior dei programmi di volo spaziale umano di SpaceX, riferendosi alla navicella Crowdragon. “In questo caso, cambiamo alcune valvole, ad esempio, cambiamo alcuni sistemi di protezione termica. Sui veicoli dell’equipaggio … voliamo sempre con nuovi paracadute. Quindi alcuni sono nuovi, ma a parte questo è davvero la stessa macchina che è stato ispezionato con molta attenzione, preparato con cura, rinnovato secondo necessità e pronto per il volo.

Il direttore del programma dell’equipaggio commerciale della NASA, Steve Stitch, ha detto in una conferenza stampa lunedì che il drago dell’equipaggio per la missione Crew-2 presenterà “capacità avanzate” progettate per rendere i veicoli spaziali più sicuri e pronti ad affrontare i mari più selvaggi e i venti forti.

READ  Video dell'atterraggio della sonda della NASA su un asteroide, che è un altro mondo

“Uno dei miglioramenti di questo veicolo è il miglioramento delle prestazioni di ammortizzazione”, ha affermato Stich. “Il Dragon è progettato per avere una capacità di aborto continuo dal lancio all’orbita. SpaceX ha cercato di migliorare il suo sistema di propulsione e fornire più propellente per l’aborto off-pad.”

“Ha fatto due cose”, ha detto Stitch. “In primo luogo, ha migliorato la sicurezza dell’equipaggio se siamo entrati in questo tipo di situazione sfortunata per abortire un cuscino in cui l’equipaggio avrebbe dovuto lasciare la piattaforma per un’emergenza. In secondo luogo, ha davvero migliorato la capacità di decollo. Possiamo gestire un po ‘di vento più forte da costa e migliorare il potenziale di lancio. “

The Crew Dragon può contrastare in caso di un grave problema con il missile Falcon 9 sulla rampa di lancio. La capsula lancerà i suoi motori SuperDraco interrotti per proporsi dal razzo e sopra l’Oceano Atlantico vicino al complesso di lancio costiero della Florida, dove l’astronave schiererà i paracadute e atterrerà sulla spiaggia.

Un aborto spontaneo a cuscino o un aborto in volo contribuirà a garantire che gli astronauti possano sfuggire a un catastrofico fallimento del missile.

Uno dei problemi tecnici che ha ritardato il primo volo degli astronauti su una navicella spaziale Crew Dragon ha riguardato l’esplosione di una capsula di prova nel 2019 prima che i motori SuperDraco venissero lanciati sulla Terra. Gli investigatori hanno scoperto che l’esplosione è stata causata da una reazione inaspettata del tetrossido di azoto, una delle eliche utilizzate nei motori SuperDraco, con una valvola in titanio nel sistema di propulsione ad alta pressione. Stich ha detto che SpaceX ha modificato il sistema di propulsione per la prossima missione per renderlo più sicuro.

“Abbiamo imparato molto su titanio, tetrossido di azoto e ossidante e su questa compatibilità”, ha affermato Stich. “Abbiamo potenziato i motori di propulsione SuperDraco e rimosso un po ‘di titanio da quel sistema e abbiamo optato per un qualche tipo di acciaio inossidabile in quei materiali, e abbiamo migliorato la sicurezza lì”.

“Considero davvero questo viaggio come una sorta di viaggio per migliorare l’aborto”, ha detto Stitch. “Se torni indietro e guardi questo viaggio, stiamo migliorando la posizione in gioco del veicolo migliorando gli aborti, migliorando la capacità di interruzione del cuscinetto, rimuovendo il titanio nel sistema di propulsione e migliorando gli aborti cambiando il programma. Quindi, nel complesso … stiamo continuando con … “Cercare di ridurre i rischi nel programma nel tempo”.

READ  La NASA lancia un video 3D di un volo creativo in elicottero su Marte

Gli ingegneri della NASA del team di rigenerazione Dragon di SpaceX presso la Cape Canaveral Space Force Station hanno seguito i preparativi a bordo dell’astronave da quando è atterrata nel Golfo del Messico il 2 agosto. La capsula Crew Dragon Endeavour ha trascorso 64 giorni in orbita, la maggior parte del tempo è attraccata. Con la stazione spaziale.

Stitch ha detto che una revisione della ristrutturazione della navicella lo scorso venerdì ha mostrato che SpaceX e la NASA sono “in ottima forma” con i loro piani per riutilizzare la capsula nella missione 2 dell’equipaggio.

“Quando passiamo attraverso questo processo di certificazione, guardiamo davvero a ogni parte dell’auto”, ha detto Stich. “Ci sono nuovi ombrelli, nuovo scudo termico, nuovo cono per il naso, nuovi componenti e poi guardiamo a cosa facciamo durante il processo di ristrutturazione … In generale, non vedo rischi elevati di riutilizzo perché attraverso un processo sistematico, abbiamo verificato reinstallando i componenti “.

Ha sollevato la capsula “Endeavour” della Crew Dragon dal Golfo del Messico dopo averla spruzzata il 2 agosto 2020, per completare la missione di test pilota 2. Credito: NASA / Bill Ingalls

Kimbrough ha detto lunedì che gli astronauti dell’equipaggio-2 manterranno il nome “Endeavour” per il veicolo spaziale che Hurley e Behnken hanno svelato poco dopo il loro lancio a maggio.

Altre modifiche alla navicella spaziale Crew Dragon Endeavour includono il rafforzamento dell’esoscheletro della capsula per gestire gli schizzi di liquidi in condizioni di mare estreme. Le modifiche mirano principalmente a ridurre gli impatti sullo scafo attraverso uno “splash secondario”, poiché l’acqua potrebbe colpire la navicella pochi istanti dopo il suo atterraggio con il paracadute nell’oceano.

“Se c’è la giusta combinazione di altezza d’onda, vento e velocità del veicolo quando si entra, questo flusso secondario può colpire duramente”, ha detto Reed. “Abbiamo fatto molto per analizzarlo e testarlo, e ciò che alla fine fa è rendere la macchina il più forte possibile per gestirlo, ma guardi anche il tempo. Quindi metti molte restrizioni al tempo, al vento. velocità e altezza delle onde e tutte queste diverse cose che accadono. “.

Ma le restrizioni meteorologiche possono limitare le opportunità di lancio e atterraggio per le missioni con equipaggio.

“Una delle cose che abbiamo fatto è che abbiamo già rinforzato le parti dello scafo, in modo da poter espandere quella finestra di opportunità per riportare a casa l’equipaggio, mantenendo tutta quella sicurezza e tutto quel margine per l’equipaggio”, Reid disse. Questo è il drago in particolare. Andando avanti, questo farà sempre parte del design “.

Reid ha detto che SpaceX si è preso del tempo per rinnovare il Crew Dragon tra il volo di prova dello scorso anno e Crew-2. Compito. “Durante questo processo, impariamo cosa deve essere completamente sostituito, poiché dobbiamo esaminare più a fondo e il tipo di cose che dobbiamo fare in futuro”.

READ  Queste splendide nuove immagini delle galassie vicine ti lasceranno a bocca aperta

SpaceX alla fine vuole abbreviare il suo programma di rinnovo a “due mesi”, secondo Reid. Individuare i lavori di ristrutturazione vicino al sito di lancio a Cape Canaveral, piuttosto che allo stabilimento SpaceX in California o alla struttura di prova nel Texas centrale, aiuta a semplificare il processo.

“La chiave d’oro per entrare in questa nuova era spaziale è rifiutare e riutilizzare i veicoli”, ha detto Reid.

L’addestramento dell’equipaggio per il prossimo lancio di Dragon sarà concluso presto. Kimbro ei suoi colleghi si recheranno alla base di lancio della Florida alla fine del mese e si arrampicheranno sul loro veicolo spaziale per le ispezioni finali, quindi torneranno in Florida a metà aprile per l’addestramento finale prima del decollo il 22 aprile.

La navicella spaziale Crew Dragon Resilience attualmente attraccata alla stazione spaziale si sposterà in un porto diverso nel complesso orbitante alla fine di marzo o all’inizio di aprile, fornendo la posizione di attracco anteriore della stazione per l’arrivo degli astronauti dell’equipaggio-2. Gli astronauti dell’equipaggio 1, che sono stati lanciati a bordo dell’astronave Resilience a novembre, saliranno a bordo del veicolo per una manovra di trasporto robotica.

Dopo l’arrivo della missione Crew-2 il mese prossimo, 11 astronauti saranno temporaneamente a bordo della stazione spaziale. Dopo una consegna di una settimana, il comandante dell’equipaggio 1 Mike Hopkins, il pilota Victor Glover e gli specialisti di missione Soichi Noguchi e Shannon Walker lasceranno la stazione spaziale alla fine di aprile o all’inizio di maggio e partiranno per il lancio al largo della costa della Florida, concludendo un cinque -mese di volo di mezzo mese in orbita.

La NASA e SpaceX vogliono che la missione Crew-1 torni sulla Terra prima del 9 maggio, quando il movimento orbitale della stazione spaziale offre opportunità di atterraggio notturno per il Crew Dragon.

Il lancio di Crew-2 riutilizzerà lo stesso booster del Falcon 9 che è stato recuperato dopo il lancio di Crew-1 a novembre.

Aprile è un mese impegnativo per la rotazione dell’equipaggio sulla stazione spaziale. Una navicella spaziale russa Soyuz dovrebbe essere lanciata dal Kazakistan il 9 aprile con due astronauti russi e un astronauta della NASA per sostituire l’equipaggio Soyuz che è stato sulla stazione da ottobre. L’aereo Soyuz in partenza atterrerà e atterrerà in Kazakistan il 17 aprile.

“Siamo entusiasti e pronti a partire”, ha detto Reid. “Ovviamente, continuiamo a controllare tutte le scatole, controllando tre volte sotto tutti gli scogli e ovunque per assicurarci di essere pronti a spostare questo equipaggio. E come diciamo sempre, non voleremo finché non saremo pronti. “

Invia un’e-mail all’autore.

Segui Stephen Clark su Twitter: Incorpora un Tweet.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *