Il Presidente del Consiglio Draghi chiede una più rapida integrazione con l’Unione Europea per affrontare le crisi | generare

“L’UE sta affrontando un altro momento ‘qualunque cosa serva’”, ha affermato la presidente dell’UE Roberta Mezzola presentando il primo ministro italiano Mario Draghi in plenaria, aggiungendo che Draghi aveva già guidato l’UE fuori dalla crisi quando era a capo dell’Europa Banca centrale. Senza dubbio possiamo fare affidamento ancora una volta sulla vostra esperienza mentre l’Unione europea affronta un’altra crisi esistenziale”.

Riguardo alla guerra in Ucraina, la signora Mitsola ha sottolineato che “il coordinamento, la solidarietà e l’unità mostrati dall’Unione Europea contro questa guerra devono rimanere un modello per le nostre azioni in futuro”. Per quanto riguarda il futuro dell’Unione europea, ha osservato: “Qualsiasi proposta di cambiamento avanzata dalla conferenza non dovrebbe essere off-limits. Perché se non ora, allora quando?”

Il premier Draghi ha osservato che la combinazione delle attuali crisi che l’Europa sta affrontando – la guerra in Ucraina, l’aumento dei prezzi dell’energia e l’arrivo dei profughi – “ci obbliga ad accelerare il processo di integrazione”. “Dobbiamo mostrare ai cittadini europei che possiamo guidare un’Europa all’altezza dei suoi valori, della sua storia e del suo ruolo nel mondo”. Ha aggiunto: “Dobbiamo andare oltre l’uso del principio del consenso (…) e andare verso decisioni prese a maggioranza qualificata”, affinché “l’Europa sia in grado di prendere decisioni in modo tempestivo”.

E sull’aggressione russa contro l’Ucraina, ha sottolineato che “la priorità è raggiungere un cessate il fuoco il prima possibile”. “Vogliamo l’Ucraina nell’Ue”, ha aggiunto, “e dobbiamo anche andare avanti il ​​più rapidamente possibile”.

Draghi ha anche suggerito di aumentare il coordinamento tra i sistemi di difesa nazionali, rafforzando il modo in cui l’UE gestisce la migrazione e riducendo le bollette, i prezzi del carburante e i sussidi salariali per aiutare le famiglie. “Ora è il momento di andare avanti. Il 9 maggio si conclude la conferenza sul futuro dell’Europa e la dichiarazione conclusiva ci chiede di essere molto ambiziosi”.

READ  Vertice G20, Riunione COP26: Tutto quello che c'è da sapere sulla visita del Primo Ministro Modi in Italia

Puoi guardare Entrambe le lettere sono qui.

leader di gruppi politici

Nella loro reazione al discorso di Draghi, i deputati hanno elogiato la leadership e l’impegno dell’Italia nei confronti dell’UE, soprattutto durante la pandemia. Hanno sottolineato che la cooperazione e la solidarietà dell’UE sono più che mai necessarie alla luce della guerra russa in Ucraina e di altre crisi che l’Europa sta affrontando, sia per combattere il cambiamento climatico che per aiutare i rifugiati. I deputati hanno sottolineato l’importanza della transizione energetica e dell’indipendenza come chiave per il successo a lungo termine dell’UE e come misura per aiutare l’Ucraina. Hanno chiesto che una volta conclusa la conferenza sul futuro dell’Europa, l’UE abbia bisogno di riforme per garantire una crescita e una transizione economiche sostenibili. Puoi guardare Qui i discorsi dei leader dei gruppi politici.

Puoi guardare la discussione completa qui. Questo è stato il secondo di una serie di discussioni sull’Unione europea intitolate “Questa è l’Europa” attorno a un’agenda comune per il futuro dell’Europa. Il primo incontro si è svolto con Kaja Kallas, Primo Ministro dell’Estonia, durante la sessione plenaria di marzo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *