Il pilota della Moto 3 vola in uno spettacolare incidente in vista del Gran Premio d’Italia | F1 | sport

Il pilota giapponese della Moto3 Takuma Matsuyama ha ricordato in modo sorprendente quanto i migliori ciclisti del mondo siano arrivati ​​al limite quando ha subito un grave incidente durante le qualifiche per la gara della Moto3 al Gran Premio d’Italia sabato.

Matsuyama è stato reclutato come sostituto del connazionale Yuki Kony nel team Honda Asia dopo che Connie si è rotto la clavicola nel Gran Premio di Francia all’inizio di questa stagione.

E Matsuyama può considerarsi incredibilmente fortunato ad andarsene illeso dopo aver subito una massiccia collisione durante la prima sessione di qualifiche della giornata a Mogilu.

Il concorrente giapponese ha usato l’acceleratore di una frazione di secondo molto presto mentre cercava di guadagnare forza uscendo dalla stretta mano sinistra.

Quindi la gomma posteriore ha iniziato a perdere aderenza prima di guadagnare improvvisamente aderenza e scagliare Matsuyama su e sopra il volante ad alta velocità quando è entrato in collisione con l’asfalto.

“Perbacco!” Il commentatore di BT Sport Gavin Emmett ha parlato ai telespettatori attraverso un replay dell’incidente.

“Sarebbe stato terribile lì dentro.

“È quasi volato da Adrian Fernandez.

“È un terribile e terribile incidente per Matsuyama.

“Ma sai una cosa? È fortunato!”

L’incidente è avvenuto nella prima sessione di qualifiche della giornata, quando i piloti delle tre classi Grand Prix – MotoGP, Moto2 e Moto3 – hanno preso il loro turno sulla pista giusta per qualificarsi il più in alto possibile nelle griglie di partenza per la gara della domenica.

Conosciuto come uno dei circuiti più veloci e caldi del calendario, il Mugello è uno dei preferiti dai piloti.

READ  Fraser Brown: Questa è una settimana enorme per il rugby scozzese e penso che possiamo vincere a Parigi

Gli allenamenti del venerdì hanno visto anche la Ducati Motorcycle Francesco Bagnaya battere il numero di giri mai raggiunto dalla speedway in circuito.

Il pilota della Red Bull KTM Brad Binder dal Sud Africa ha eguagliato un altro record di 362,4 km / h (225,2 mph) attraverso la trappola della velocità per unirsi a Johan Zarco come comproprietario della velocità più veloce mai registrata su una Moto GP durante il fine settimana di gara.

La sessione della Moto3 viene infine contrassegnata con la bandiera rossa per un secondo incidente più inquietante dopo che Ayumu Sasaki e Jason Dupasquier sono rimasti coinvolti in un incidente all’uscita dalla curva 9.

Il concorrente svizzero Dubaskiere è caduto ed è finito con Sasaki che gli era vicino in aria.

I paramedici sono arrivati ​​rapidamente sulla scena mentre Sasaki è stato portato via, mentre Dubaskiere ha ricevuto un trattamento prolungato quando un’ambulanza aerea è arrivata al dipartimento per portarlo in un ospedale di Firenze per ulteriori cure.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *