Il nuovo Rappresentante Permanente dell’Italia presso le Nazioni Unite

Maurizio Massari, Immagine: @MauMassari / Twitter

Il 17 agosto il nuovo Rappresentante Permanente dell’Italia presso le Nazioni Unite Mauricio Mazari ha incontrato il Segretario Generale delle Nazioni Unite Antonio Guterres.

Prima della sua recente nomina, è stato nominato Rappresentante Permanente presso l’Unione Europea a Bruxelles tra giugno 2016 e aprile 2021.

Nominato Ambasciatore in Egitto nel febbraio 2013, ha precedentemente ricoperto la carica di Inviato Speciale del Ministro degli Affari Esteri per il Mediterraneo e il Medio Oriente tra gennaio 2012 e febbraio 2013; Portavoce e Portavoce del Ministero degli Affari Esteri dal 2009 al gennaio 2012; E Capo della Divisione Analisi e Pianificazione delle Politiche dal 2007 al 2008.

Tra gli altri incarichi in una carriera diplomatica iniziata nel 1985, Mr. Mazari ha servito come ambasciatore e ambasciatore per l’Organizzazione per la sicurezza e la cooperazione (OSCE) in Europa in Serbia e Montenegro dal gennaio 2003. Fu il primo consigliere politico. Presso l’Ambasciata d’Italia a Washington, DC, si occupa della politica statunitense dal luglio 1998 al giugno 2001, in particolare per la Federazione Russa e l’ex Unione Sovietica, l’Europa centrale e orientale e i Balcani occidentali.

Sig. Mazari ha conseguito il master in politiche pubbliche internazionali presso la Johns Hopkins University negli Stati Uniti nel 2001; Certificato di borsa di studio del Weatherhead Center for International Affairs presso l’Università di Harvard, USA, 1998; Ha conseguito una laurea in scienze politiche presso l’Instituto Universitorio Oriental di Napoli, Italia, dove si è specializzato in affari dell’Europa orientale.

È autore di libri sulle riforme politiche del presidente Mikhail Sergeevich Gorbaciov e sulla Federazione russa post-comunista in Unione Sovietica.


Grazie per aver dedicato del tempo a leggere questo articolo, torna a visitare il sito Web Euro Weekly News per tutte le notizie locali e internazionali e seguici Facebook e Instagram.

READ  Dall'Italia al Giappone: i nostri libri di cucina preferiti per la primavera 2021

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *