Il minorenne cristiano più anziano d’America, 83 anni, incarcerato per omicidio all’età di 15 anni, rilasciato dopo 68 anni

Il detenuto minorile più longevo della nazione che è stato condannato all’ergastolo è stato rilasciato dopo aver trascorso 68 anni dietro le sbarre durante i quali si è rifiutato di chiedere la libertà condizionale perché dice di non aver mai ucciso nessuno.

Joseph Lejeune, 83 anni, aveva 15 anni quando fu condannato all’ergastolo nel 1953 per aver partecipato a una serie di rapine e aggressioni con un gruppo di adolescenti ubriachi a Filadelfia.

Due persone sono morte a causa di quegli omicidi, anche se Lejeune ha detto a LJ Philadelphia Inquirer Non ha ucciso nessuno.

Joseph Lejon, 83 anni, è stato rilasciato giovedì da una prigione di stato della Pennsylvania dopo aver trascorso più di 68 anni dietro le sbarre.

Lejeune, 83 anni, aveva 15 anni quando fu condannato all'ergastolo nel 1953 per aver partecipato a una serie di rapine e aggressioni con un gruppo di adolescenti ubriachi a Philadelphia.  Due persone sono morte durante la follia criminale, anche se Lejeune nega di averle uccise.  La foto sopra mostra Lygon nel 1963

Lejeune, 83 anni, aveva 15 anni quando fu condannato all’ergastolo nel 1953 per aver partecipato a una serie di rapine e aggressioni con un gruppo di adolescenti ubriachi a Philadelphia. Due persone sono morte durante la follia criminale, anche se Lejeune nega di averle uccise. La foto sopra mostra Lygon nel 1963

Durante i suoi quasi sette decenni dietro le sbarre, Lejeune ha rifiutato di richiedere la libertà condizionale, insistendo che gli fosse concessa una liberatoria esplicita.

Durante i suoi quasi sette decenni dietro le sbarre, Lejeune ha rifiutato di richiedere la libertà condizionale, insistendo che gli fosse concessa una liberatoria esplicita.

Durante i suoi quasi sette decenni dietro le sbarre, Lejeune ha rifiutato di richiedere la libertà condizionale, insistendo che gli fosse concessa una liberatoria esplicita.

Nel 2012, la Corte Suprema ha stabilito che l’ergastolo obbligatorio inflitto ai minori costituiva una punizione crudele e straordinaria e quindi incostituzionale.

Dopo la sentenza, la Pennsylvania è stata uno dei tanti stati a rifiutarsi di ridurre l’ergastolo.

Quattro anni dopo, il tribunale ha ordinato agli stati di ridurre retroattivamente le pene di coloro che erano stati condannati all’ergastolo per i crimini commessi con loro erano minorenni.

READ  Nigel Farage esplode a Bruxelles con doppi standard sulla Catalogna - UE accusata di parzialità SNP | Regno Unito | notizia

Sulla scia delle condanne, la Pennsylvania si è risentita per Lygon e per più di 500 “autori di minorenni di vita” riducendo le pene detentive che includevano l’ergastolo.

Nel 2017, Lejeune ha risentito di 35 anni di vita. Data l’opportunità di presentare una richiesta di libertà condizionale, è stato rifiutato.

Ha detto: “Mi piace essere libero”.

«Con la libertà condizionale, dovresti vederla spesso. Non puoi lasciare la città senza il permesso della parola. Questo fa parte della libertà per me.

Bradley Bridge, un avvocato pubblico che ha rappresentato Lygon come suo avvocato dal 2006, è andato alla corte federale e ha chiesto il rilascio del suo cliente.

“La costituzione richiede che l’intera pena, le condizioni minime e massime imposte a un minore, siano individuali – e una misura unica non può passare una mobilitazione costituzionale”, ha scritto.

A novembre, l’ufficio del procuratore distrettuale della contea di Philadelphia ha approvato la proposta di Bridge e ha ordinato il ripristino o il rilascio di Lygon entro 90 giorni.

Un ordine di rilascio è stato emesso per Lejeune lo scorso novembre dopo che la Corte Suprema aveva stabilito che l'ergastolo senza condizionale era un diritto dei minorenni.

L’ordine di rilascio di Legion è stato emesso lo scorso novembre dopo che la Corte Suprema ha stabilito che le condanne all’ergastolo senza rilascio condizionale contro i minorenni delinquenti erano “pene crudeli e straordinarie” e quindi incostituzionali.

Lejeune è stato rilasciato giovedì dalla struttura correttiva dello stato di Phoenix della contea di Montgomery.

“Non è stato un giorno triste per me”, ha detto Lejeune.

Lejeune è nata in Alabama da una famiglia povera. Dopo essersi trasferito a Filadelfia, ha frequentato la scuola elementare, ma ha abbandonato la quarta elementare ed era analfabeta.

Quando aveva 15 anni, era considerato un estraneo tra i suoi coetanei. Ligon credeva di essere un capro espiatorio e fu costretto a commettere crimini.

READ  Un uomo lascia due milioni di euro per un famoso villaggio francese per proteggerlo dalla persecuzione nazista

In prigione, Lejeune si è tenuto. Il più delle volte lavorava come custode. Imparo anche a leggere e scrivere.

Nel tempo libero, Lejeune si è anche allenato come pugile ed è rimasto in buona forma fisica sopportando un duro allenamento.

Negli anni ’70, centinaia di ergastoli furono rilasciati in Pennsylvania come parte del programma di amnistia, ma Legion non chiese la commutazione della sua pena.

Lejeune ha detto: “ Sono solo una persona testarda.

Sono nato così.

Bridge ha detto che il caso del suo cliente è un esempio degli abusi del sistema di giustizia penale.

Ha detto: “Stiamo sprecando la vita delle persone a causa della detenzione eccessiva e sprechiamo denaro a causa della reclusione eccessiva”.

Il suo caso illustra graficamente l’assurdità di sprecare ciascuno.

“Ci auguriamo che il suo rilascio, e il rilascio di giovani influenti in generale, porti a una rivalutazione del modo in cui deteniamo le persone”, ha aggiunto Bridge.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *