Il mafioso italiano è stato catturato dopo essere tornato a casa per il pranzo di Pasqua

Un invito inevitabile a una sontuosa festa di Pasqua in Sicilia ha portato una folla di spicco dietro le sbarre domenica, quando le autorità lo hanno arrestato mentre tornava nell’isola del Mediterraneo dal Brasile per festeggiare con la sua famiglia.

Le autorità considerano il neo-nominato “Capo” nel distretto mafioso di Bugliarelli nel sud-est di Palermo, il 44enne Giuseppe Calvarzo, che vive in Brasile da diversi mesi, da dove cede gli affari delle bande a fedeli vice ufficiali.

La Pasqua in Sicilia è una delle celebrazioni cattoliche più importanti, con processioni spettacolari e cibo sontuoso. Dopo essere uscito di casa per quasi un anno, Calvarzo aveva programmato di fermarsi un breve periodo a cena con la famiglia, e gli ufficiali partirono da Natal e si fermarono brevemente a Parigi prima di atterrare all’aeroporto Falcon Porcelino di Palermo. È stato silenziosamente arrestato dai Carabinieri la domenica di Pasqua mentre aspettava i suoi bagagli nel nastro bagagli.

I pubblici ministeri antimafia stanno perseguendo quattro credenti arrestati a Palermo con l’accusa di estorsione, aggressione, sequestro di persona e frode da associazione mafiosa, tra cui il suo braccio destro, Giovanni Caruso, 50 anni.

La mafia siciliana, come viene chiamata Cosa Nostra, Divide Palermo in otto distretti locali, tra cui Bacchiarelli, il carcere di massima sicurezza della città. A seguito della reclusione di Settimo Minio, 82 anni, alto boss mafioso siciliano, nel dicembre 2018, i pm ritengono che Calvarus sia stato nominato capo del distretto di Bacchiarelli.

I funzionari, che sono visti come un giovane datore di lavoro promettente per la sua capacità di gestire gli affari internazionali, affermano che Calvaro ha stretti legami con investitori a Singapore pronti a finanziare la costruzione nel settore turistico e alberghiero della Sicilia. Ha lavorato per negoziare affari, risolvere conflitti e mantenere relazioni diplomatiche con altri dirigenti distrettuali mafiosi.

READ  "Altrimenti ci vediamo tra quattro anni", fedele - rivela il piano a Libero Codidiano

Ma è stato l’astuto lavoro di garantire l’ordine pubblico nel suo stesso distretto che alla fine lo ha impigliato. I pubblici ministeri affermano che Calvarzo ha ordinato un violento attacco a una banda di ladri che ha effettuato diversi furti “non autorizzati” nel suo quartiere. In un caso, un rivenditore locale che è stato attaccato da ladri due volte alla settimana ha restituito un video della rapina a un datore di lavoro locale che ha identificato i ladri e li ha portati in un garage dove presumibilmente hanno brutalmente aggredito il Calvario.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *