Il gruppo Workplace di Google è ora gratuito e disponibile per chiunque

Google sta facendo un grande cambiamento nei suoi servizi online. Apre la vista dell’area di lavoro (Precedentemente chiamato G Suite) per tutti gli utenti con un Account Google, il che significa che non è più necessario disporre di un profilo dell’organizzazione per utilizzare funzioni aggiuntive in Drive, Meet, Documenti, Fogli e altro. Secondo un comunicato stampa, “Ora, tutti i tre miliardi di utenti esistenti dell’azienda tra consumatori, organizzazioni e istruzione hanno accesso all’esperienza completa di Google Workspace”.

Dovrai attivare Google Chat in Gmail per abilitare questa esperienza integrata, che francamente potrebbe non sembrare un grande cambiamento poiché gli account gratuiti hanno già accesso a cose come Drive e Documenti. Ma Workspace porta con sé funzionalità come suggerimenti intelligenti in e-mail o documenti, la possibilità di @ment ad altri utenti per aggiungerli alle attività e presentare documenti, fogli o presentazioni Google direttamente nelle chiamate di Meet.

Sebbene la maggior parte di queste funzioni sia ora gratuita, l’azienda offre una versione a pagamento chiamata Google Workspace Individual. È rivolto ai proprietari di piccole imprese e offre “capacità premium, inclusi servizi di prenotazione intelligenti, riunioni video professionali, marketing via e-mail personalizzato e altro ancora in arrivo”.

Google Chat si avvicina a Slack con Spaces

Google non solo apre lo spazio di lavoro a tutti oggi, ma introduce anche alcune nuove funzionalità. In primo luogo, sviluppa le stanze in Chat (ex Hangouts). “Durante l’estate, trasformeremo le stanze in spazi e lanceremo un’interfaccia utente semplificata e flessibile che aiuta i team e gli individui a rimanere al passo con tutto ciò che è importante”. Queste destinazioni di una pagina conterranno indicatori di presenza, stati personalizzati, “reazioni emoji” e forniranno visualizzazioni comprimibili e la possibilità di bloccare i messaggi.

READ  Le note sulla patch per il primo importante aggiornamento dell'Alleanza Oscura sono frustrantemente vaghe • Eurogamer.net

Fondamentalmente, Google Chat sembra diventare più potente con cui lavorare e più simile a Slack. Sebbene offra più strumenti di collaborazione rispetto all’app di messaggistica. Google ha anche affermato che “Spaces si integrerà perfettamente con File e attività”, consentendo “tutte le informazioni, le conversazioni e i file relativi al progetto”. [to] può essere regolamentato. “Questa fusione di materiali specifici può essere coordinata anche a livello aziendale.

In alcune delle immagini fornite dall’azienda, Spaces sembra lasciarti avere una colonna a sinistra per chattare con i tuoi colleghi, mentre gli altri due terzi dello schermo mostrano il documento Google che stai modificando insieme. Nella parte superiore della colonna della chat, hai la possibilità di guardare la conversazione o passare alla visualizzazione di file o attività. Puoi anche scegliere un set di collaboratori completamente diverso tramite un menu a discesa nella parte superiore della pagina, che aprirà una nuova conversazione con il proprio set di file e attività.

Questo è più o meno Smart Canvas preso in giro da Google all’I/OÈ simile a Microsoft Fluid Framework che ha concetti simili di mettere tutti i tuoi strumenti di produttività nella stessa pagina.

Google Meet è più simile a Zoom

Il Google

Anche le videochiamate stanno ricevendo un aggiornamento, poiché la società continua ad aggiungere più funzionalità che altri servizi come Zoom e Microsoft Teams offrono già. Google Meet otterrà la modalità Companion, nuovi controlli di moderazione e opzioni di risposta agli inviti del calendario aggiornate. La modalità Companion, presentata in anteprima alla conferenza Google I/O del mese scorso, consentirà ai partecipanti alla riunione di accedere a funzionalità come sondaggi, chat della riunione, alzate di mano, domande e risposte, annotazioni live e altro, indipendentemente dal dispositivo che stanno utilizzando. Secondo la società, “La modalità Companion sarà disponibile sul Web e sulla prossima app Web progressiva di Google Meet a settembre e presto sui dispositivi mobili”.

Per accogliere la forza lavoro mista mentre torniamo al lavoro d’ufficio fisico, Google consente alle persone di taggare le proprie posizioni negli RSVP per gli inviti del calendario in modo che possano partecipare se si uniscono a una chiamata remota o in una sala riunioni. Gli ospitanti disporranno di nuovi strumenti di formattazione che consentiranno loro di disattivare e riattivare l’audio dei partecipanti, nonché di impedire ai non ospitanti di servire durante una riunione. Potranno anche sospendere la chat all’interno della riunione mentre la presentazione è in corso.

Sul back-end, Google sta anche migliorando alcune delle funzionalità di sicurezza di Workspace. Sta aggiungendo crittografia lato client, “regole di attendibilità” e nuove valutazioni di Drive. Quest’ultimo consentirebbe agli amministratori di “categorizzare i file e applicare controlli in base ai loro livelli di sensibilità”. Infine, Google ha affermato che sta rafforzando anche la protezione da phishing e malware di Workspace.

Tutti i prodotti consigliati da Engadget sono selezionati personalmente dalla nostra redazione, indipendentemente dalla casa madre. Alcune delle nostre storie includono link di affiliazione. Se acquisti qualcosa tramite uno di questi link, potremmo guadagnare una commissione di affiliazione.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *