Il governo chiede dossier sulla morte italiana dei bahamiani

Il segretario di Stato Fred Mitchell.

Di Powell Bailey

Il ministro degli Esteri Fred Mitchell ha affermato che il governo ha chiesto alle autorità italiane i fascicoli relativi alle indagini sulla morte di due uomini delle Bahamas misteriosamente morti nel 2019, ma non li ha ancora ricevuti.

Foto

I bahamiani Alre Ramsay e Blair John sono morti in Italia rispettivamente il 4 giugno e il 5 giugno 2019. I loro corpi sono stati trovati senza vita nel fiume Bo a Torino. Sebbene l’autopsia abbia riportato che potrebbero essere morti accidentalmente a causa dell’annegamento, le loro famiglie hanno rifiutato questa spiegazione e stanno ancora cercando risposte.

Quando gli è stato chiesto se fossero state adottate nuove misure per riconsiderare l’indagine, Mitchell ha affermato di aver chiesto alle autorità italiane i file dell’incidente dallo scorso ottobre, ma non li aveva ancora ricevuti.

“Allora ci è semplicemente venuto a conoscenza. Quando ho visitato l’Italia l’anno scorso, credo di aver visto il Ministro degli Esteri italiano o il Vice Ministro degli Affari Esteri, di cui mi fido, lo scorso ottobre ha sollevato la questione se abbiamo conservato noi stessi quei fascicoli in modo da poter vedere i nostri esperti. File per vedere cosa è successo “, ha detto il signor Mitchell a un evento.

“Il precedente governo ha anche nominato un avvocato privato per coordinare tale approccio con il governo italiano. Durante quella visita ci è stato detto che il fascicolo sarebbe stato disponibile entro due settimane.

Mitchell ha affermato di voler onorare l’impegno del suo partito di chiudere le famiglie delle vittime, sottolineando che il governo stava cercando di recuperare i file dalle autorità italiane prima di andare oltre.

READ  Come il degrado della Costa Concordia ha trasformato un'isola italiana

“Quello che pensavamo era che pensavamo che il nostro personale dovesse esaminare il file e assicurarci di essere soddisfatto che tutto fosse stato fatto per affrontarlo. La verità è che interveniamo con molta attenzione perché se apri queste cose, i membri della famiglia , è una vera esperienza emotiva.

“Ma le persone vogliono chiudere, quindi abbiamo promesso all’opposizione che avremmo fatto tutto il possibile per ottenere la risposta giusta su questo, ed è quello che stiamo cercando di fare”, ha detto il parlamentare di Fox Hill.

Secondo quanto riferito, Ramsay, 29 anni, un ufficiale del servizio estero in congedo di studio a Vienna, si trovava a Torino per svago. Lui e il suo amico John alloggiavano in un bed and breakfast in Via la Loggia 2 a Torino.

John, uno studente laureato di 28 anni alla St. Mary’s University, era lì per partecipare a una conferenza di psicologia.

Entrambi hanno frequentato la stessa scuola superiore, il St. Augustine’s College di New Providence.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *