Il G20 lavora all’accordo internazionale sull’imposta sulle società entro luglio | Globalismo

Il ministro delle finanze italiano ha dichiarato mercoledì che il Gruppo delle 20 economie avanzate spera in una riunione ministeriale di luglio di raggiungere un accordo sulla tassazione internazionale, una questione sotto la pressione del segretario al Tesoro americano Janet Yellen.

Mentre la riforma fiscale internazionale è in discussione da diversi anni, il ministro delle finanze Daniel Franco ha affermato che quest’anno c’è stata una “accelerazione del processo”.

“È stato suggerito che questo è forse l’atto più ambizioso sulla tassazione in un contesto multilaterale”, ha detto.

La scorsa settimana, Yellen ha sollecitato l’introduzione di un’imposta sul reddito minimo per le società globali, citando una “corsa al ribasso di 30 anni” quando i paesi hanno tagliato le aliquote dell’imposta sulle società nel tentativo di attirare le multinazionali. Ha detto che l’amministrazione Biden lavorerà con altre economie avanzate del G20 per stabilire un piano.

Yellen ha sottolineato che la competitività significa garantire che i governi abbiano sistemi fiscali stabili e entrate per “investire in beni pubblici di base”.

Franco ha detto che le discussioni si concentrano su due pilastri della tassazione internazionale globale: l’equa distribuzione dei profitti tra i vari paesi in cui operano le multinazionali e l’aliquota fiscale effettiva minima globale.

“Il G20 è impegnato a raggiungere un accordo, e speriamo che si tenga a luglio”, quando i ministri dell’economia e delle finanze si incontreranno a Venezia, ha detto.

READ  Il cricket porta gioia ai migranti bloccati in Bosnia

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *