Il Drake italiano ora etichetterà Michael dell’UE come dittatore?

La scorsa settimana, la visita ufficiale del presidente del Consiglio europeo Charles Michel e del presidente della Commissione europea Ursula van der Leyne nella capitale, Ankara, è stata oscurata dalla crisi della presidenza.

Ricordiamo l’incidente ampiamente discusso. I massimi funzionari dell’UE hanno incontrato il presidente Recep Tayyip Erdogan il 6 aprile ad Ankara. Durante l’incontro, a Michael è stato assegnato il posto accanto a Erdosan, mentre Van der Lion è rimasto in piedi per un po ‘. Alla fine gli è stato assegnato il posto opposto dal ministro degli Esteri Mevlt avuşoğlu.

L’incidente ha attirato molta attenzione e il contenuto dell’incontro, che si diceva fosse incentrato sull’allentamento dei rapporti tra le due parti, è stato dimenticato.

I media come lo Sputnik ufficiale russo, andato in onda in Turchia, come ho accennato nel mio precedente articolo, hanno dichiarato la Turchia colpevole.

Peccato per il “dittatore”

Infatti, il primo ministro italiano Mario Draghi ha affermato che l’approccio di Erdoson a Van der Leyne era troppo complesso e irrilevante e che “si è rammaricato dell’umiliazione di Van der Ley. È arrivato persino a usare la parola “dittatore” per il presidente turco.

Nel frattempo, i funzionari dell’UE hanno rilasciato dichiarazioni chiare che la Turchia non è responsabile della cosiddetta crisi dei sedili del “cancello del divano” nei media. Le autorità turche avevano implementato il protocollo emesso dall’Unione Europea.

Michael, che non ha offerto un posto al suo compagno Van der Leyne, ha detto di non aver dormito bene dal “cancello del divano”. Inoltre, ha anche affrontato giorni di tensione a causa della pressione dell’opposizione belga.

Van der Leyen, che ha gentilmente gestito l’insulto, ha chiarito che non avrebbe mai permesso che una crisi simile si ripetesse.

READ  Ricostruzione del Washington Post sull'attacco al Congresso

La cosa importante è che la causa della crisi è stata chiarita e l’imbarazzo è stato risolto. Mi auguro che le decisioni positive prese al Vertice di Ankara abbiano presto effetto e che le relazioni UE-Turchia miglioreranno ulteriormente.

Tuttavia, è necessario affrontare il rilascio di “sofa gate”.

È chiaro che alcuni circoli dell’UE hanno grandi pregiudizi contro la Turchia e Erdogan. Le dichiarazioni del presidente italiano hanno chiarito che il protocollo “rude” dell’amministrazione dell’UE sarebbe stato abusato per accusare i politici turchi di essere “dittatori”.

Inoltre, questo non è l’unico fenomeno in cui tale “orientalismo” è chiaramente noto.

La Turchia è impegnata nei negoziati sull’accesso all’UE da più di mezzo secolo, in cui l’UE ha aderito a doppi standard, esigendo condizioni straordinarie.

La “porta del divano” ha messo in luce elementi di orientalismo e pregiudizi nell’agenda turca dell’UE.

Perché adesso è tranquillo?

Inoltre, mi chiedo perché Tragi ora tace mentre i rapporti dell’UE hanno chiarito tutti gli aspetti della crisi e rilasciato funzionari turchi.

Il Primo Ministro italiano si scuserà con il Presidente democraticamente eletto per aver apertamente preso di mira la Turchia?

Sì, signor Primo ministro, lei ha preso di mira Erdogan come un “dittatore” per la crisi dei seggi, che in seguito si è capito essere stata causata da Michael. Ora, puoi dire che l’UE è governata da un dittatore?

O hai dimenticato il tuo “rispetto” o “argomento sui diritti delle donne” che era il motivo per cui hai marchiato Erdogan democraticamente eletto un “dittatore”?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *