Il divieto di agenti dovrebbe essere aggiunto all’abilità competitiva?

La possibilità di un divieto di proxy è stato un argomento di discussione caldo sin dal lancio di Valorant. Tuttavia, con il quindicesimo cliente del gioco – Astra – che sta per essere liberato, è finalmente giunto il momento di introdurre il sistema di blocco proxy nel gioco competitivo?

Tutti hanno quell’unico agente contro cui disprezzano giocare. Che si tratti di distruggere Raze con una lattina di vernice o di trasportare Yoru dietro di te, ci sono alcuni agenti che possono davvero cadere sotto la pelle dei giocatori.

Nel luglio 2020, il progettista di gioco senior Trevor Rolmsky ha spiegato come potrebbe essere un sistema di draft Stato consideratoMa Riot all’epoca pensava che fosse meglio non implementare il case del gioco.

“Ci aspettiamo che le squadre abbiano una serie di giochi e strategie che richiedono agenti molto specifici”, ha detto. “Bandire un agente annullerà l’intera strategia e non vogliamo scoraggiare la pratica”.

Giochi antisommossa

Scelte come la firma Sova di Sinatraa sono una parte distinta del gioco competitivo di Valorant.

“I divieti spesso rimuovono l’agente superstar di un giocatore e vogliamo che i super giocatori di determinati agenti possano giocare con loro e mostrare loro le loro abilità”.

Ma da allora il dibattito è cambiato. Sono state introdotte nuove concessionarie come Skye, Yoru e Astra, ampliando il pool di clienti e aumentando il numero di strategie a disposizione dei team.

Il giorno dell’annuncio di Astra, Daniel “Vice” Kim di Cloud9 Blue Team Leader La discussione è ripresa. “Penso che sia giunto il momento di bandire gli agenti dal gioco competitivo”, ha scritto su Twitter.

Non molte persone hanno sostenuto la visione del mondo sotterraneo. Il consenso generale sembra essere che Valorant non è sufficientemente sviluppato per rendere utile il sistema di blocco.

READ  Arabella Chi di Love Island si gode un giro di shopping con un amico a Londra

L’allenatore di TSM Valorant, Taylor “lo stilista” Brumall, ritiene che bandire gli agenti sia uno sviluppo inevitabile del gioco di Valorant, e Può generalizzare strategie che coinvolgono agenti non morti come YoruTuttavia, non dovrebbe essere presentato finché non diventa necessario.

“Non credo che ci sia fretta”, ha detto Deuxerto. “Penso che se Riot fa qualcosa come bloccare un agente, le persone possono iniziare a esplorare agenti come [Yoru] Di più perché non sarà una delle persone che la gente pensa di bloccare.

Valorant Yoru gioco
Giochi antisommossa

Il sistema di ban può aiutare Yoru a trovare la strada per Meta Valorant?

“Puoi avere un giocatore tascabile Yoru o un giocatore DPS flessibile come Yacine [Subroza] Chi può interromperlo in qualsiasi momento e guidare con lui.

“Penso che sia un modo per mantenere i giochi freschi e mantenere il meta sulle spine, perché le persone non possono contare solo sull’avere Sova o Cypher su ogni mappa. Offrono anche così tanti proxy che non sono sicuro di come evitarli non essere bandito in futuro. “

Ma quel futuro è ancora lontano. Ha detto Joseph Ziegler, Valorant Game Manager di novembre 2020 È stato difficile valutare Se il sistema di blocco è necessario in quel momento.

Cypher Valorant
Giochi antisommossa

Agenti come Cypher possono definire la strategia del team.

“Penso che ora non lo facciamo, ma penso che in futuro potremmo pensarci”, ha detto. “Dipende davvero da quanto aggiungi al gioco rispetto agli sconti sul gioco.

“Penso che sia difficile conoscere quelle decisioni quando abbiamo solo 14 personaggi nel gioco”.

Riot ha anche affermato che preferisce bilanciare gli agenti a livello individuale per assicurarsi che non raggiungano lo status di “permaban”, ma questo diventerà più difficile da gestire con il lancio di più agenti e mappe.

Fattore di valutazione 15 Astra
Giochi antisommossa

Astra diventerà il 15 ° agente di Valorant.

READ  L'ultimo aggiornamento di Phasmophobia significa che i fantasmi possono aprire le porte e tenere traccia della tua voce quando ti inseguono • Eurogamer.net

Le battaglie tattiche consentite dai sistemi di draft sono già una delle principali caratteristiche degli eSport come League of Legends e Overwatch. Tuttavia, questi giochi hanno personaggi più giocabili nei rispettivi menu; Bandire un campione del campionato, ad esempio, costringe la squadra a modificare la sua strategia, non a cancellarla del tutto.

Qualsiasi sistema di ban aggiunto a Valorant al momento sarebbe molto limitato, con un solo ban per squadra. E quel singolo divieto può facilmente limitare intere strategie, con conseguenti prestazioni peggiori rispetto ai giocatori che vogliamo guardare al loro meglio.

Con l’aggiunta di agenti e l’aumento del numero di strategie disponibili, il blocco proxy diventerà davvero un punto controverso più controverso. Ma Valorant non è ancora pronto; È una conversazione per una data successiva.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *