Il campione del mondo di tiro a segno junior si uccide in uno strano incidente mentre raccoglie cartucce

Il campione del mondo di tiro Christian Gilly è morto all’età di 18 anni dopo essersi sparato accidentalmente durante una battuta di caccia.

Il campione italiano di skeet è morto nella notte dopo essere stato portato in ospedale in Toscana.

2

Il campione del mondo di skeet Christian Gilley è morto all’età di 18 anni dopo un bizzarro incidente di caccia.Credito: https://www.instagram.com/cristianghilli/?
Christian Gilli si è sparato allo stomaco mentre si chinava per raccogliere le cartucce

2

Christian Gilli si è sparato allo stomaco mentre si chinava per raccogliere le cartucceCredito: https://www.instagram.com/cristianghilli/?

Gili stava cacciando con i suoi amici nei boschi a Montecatini Val di Cecina, in provincia di Pisa, Italia.

Tuttavia, dopo essersi piegato per raccogliere nuove cartucce, ha accidentalmente sparato un colpo allo stomaco.

Gli amici hanno chiamato i servizi di emergenza e due ambulanze hanno corso attraverso i boschi.

È stato portato in ospedale e i medici hanno operato immediatamente.

Ma Gilly ha ceduto alle ferite riportate dopo essere stata incapace di fermare l’emorragia interna.

Il campione del mondo juniores di tiro al piattello è morto giovedì intorno alle 22:00.

Il presidente della Federazione Italiana Tiro a segno, Luciano Rossi, ha rilasciato una dichiarazione dopo aver appreso la notizia.

Secondo i media locali, Rossi ha dichiarato: “Lo scorso ottobre il giovane giocatore di skeet è stato incoronato campione del mondo a squadre e nel misto, accompagnato dalla medaglia d’oro al terzo posto individuale ai Mondiali di Lima in Perù.

Nel maggio 2021 ha vinto la medaglia d’oro nelle competizioni individuali, a squadre ea squadre miste ai Campionati Europei di Osijek, in Croazia.

“Con rispetto, silenzio e cordoglio di fronte a una tragedia che fa arrabbiare tutti.

READ  Il telegiornale di trasferimento dei Rangers mentre la saga di Andreas Skov Olsen si sviluppa in mezzo alla situazione di stallo del Bologna

“Che la terra sia la tua luce, Cristiano.”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *