Il campionato italiano a cinque stelle si sta aprendo al governo di Draghi in attesa dei piani politici

Le prospettive di Mario Draghi di formare un governo in Italia sono state rafforzate sabato quando i due maggiori partiti in parlamento, il Movimento 5 Stelle anti-establishment e la Lega di destra, gli hanno dato il loro sostegno condizionale.

Tuttavia, il percorso verso il potere di Draghi rimane poco chiaro. Entrambi i partiti hanno affermato che le sue proposte politiche saranno la chiave per assicurarsi il loro sostegno e potrebbe volerci del tempo prima che possa formare una coalizione in grado di mobilitare la maggioranza parlamentare. Dopo aver completato il primo ciclo di consultazioni formali con i partiti sabato, Draghi terrà più colloqui la prossima settimana con l’obiettivo di formare un governo, un’ampia agenda politica e stabilire una coalizione di governo.

Sabato il Movimento Cinque Stelle, il gruppo più numeroso in parlamento, è apparso più cauto della Lega. Il suo leader, Vito Karimi, ha stilato una lunga lista di priorità politiche verdi e di sinistra che voleva vedere dal futuro governo di Draghi. “Abbiamo detto che siamo aperti a valutare se le condizioni siano adatte per entrare al governo, e decideremo soprattutto sulla base delle politiche”, ha detto ai giornalisti Karimi dopo un incontro di 90 minuti con l’ex presidente della Bce.

Il presidente Sergio Mattarella mercoledì ha chiesto a Draghi di provare a formare un’amministrazione dopo che la precedente amministrazione guidata da Giuseppe Conte è stata rovesciata dal crollo della coalizione di governo. Matteo Salvini, il controverso leader della Lega Europea tradizionalmente sospettosa, sembrava eccitato dopo le sue conversazioni con Draghi, durate circa la metà del suo mandato a 5 stelle.

Salvini ha detto che la Lega è pronta a entrare in un governo che “andrà a Bruxelles e terrà la testa alta in nome dell’interesse nazionale”. “A differenza di altri, non pensiamo che il solo dire non ti porti da nessuna parte”, ha detto, riferendosi ai tentativi di alcune parti di escludere l’associazione. Il miglior interesse del paese deve venire prima di qualsiasi interesse personale o di partito.

READ  L'estrema destra in Italia ha davvero cambiato tono?

Voltandosi verso il confetto

Il movimento 5 stelle aveva inizialmente escluso il sostegno di Draghi, mentre Salvini ha cambiato più volte posizione, prima chiedendo elezioni anticipate, poi dicendo che la Lega non avrebbe governato con cinque stelle, prima della sua ultima posizione di “no veto”.

I mercati finanziari italiani sono rimbalzati sulle aspettative che Draghi avrebbe avuto successo. Il rendimento dei titoli italiani a 10 anni la scorsa settimana ha registrato il più grande calo settimanale da luglio, mentre il divario attorno al rendimento dei titoli tedeschi si è ridotto al livello più basso degli ultimi cinque anni. Gli investitori sperano che l’uomo ampiamente accreditato per aver salvato l’euro durante la crisi del debito sovrano del 2012 possa portare le riforme per rilanciare la crescita in un paese che ha ottenuto risultati inferiori alle sue controparti europee per così tanto tempo, gravando sull’intera zona euro.

Mentre quasi tutti i partiti in Parlamento hanno ora dichiarato che probabilmente saranno disposti a sostenere Draghi, resta da vedere se sono disposti a farlo insieme e creare un’ampia coalizione multipartitica. Il Partito Democratico di centrosinistra ha detto di non voler governare con la Lega, mentre Karimi ha anche indicato di volere una nuova coalizione centrata sulle forze di sinistra e centriste che la componevano.

Il centrodestra di Silvio Berlusconi Forza Italia, il quarto più grande partito in parlamento, ha offerto il suo sostegno incondizionato a Draghi dopo il suo incontro di venerdì, ma non è chiaro se il Partito 5 stelle governerà Forza Italia, l’arcinemico politico. Il 5 stelle, nato come partito di protesta anti-regime e anti-euro, è ora diviso internamente, con molti dei suoi membri che si sentono a disagio per la prospettiva di sostenere l’ex presidente della Bce.

READ  Triste vedere che Rahul Gandhi non può lasciare l'Italia, Geriraj Singh Ani

(Questa storia non è stata modificata dallo staff di Devdiscourse e generata automaticamente da un feed condiviso.)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *