Il calamaro ha scritto questo?

Inserisci il permesso degli psicologi comparati.

Nicola Clayton non ha iniziato a studiare i calamari. Professore all’Università di Cambridge, ha costruito la sua carriera attorno al notevole comportamento dello scrubbird, un piccolo uccello nero-bluastro che conserva il cibo per dopo. Nel 1998, lei e i suoi colleghi hanno dimostrato che gli uccelli possono ricordare quanto tempo è passato da quando gli alimenti sono stati nascosti. loro possono pianificare per il futuroNascondono il cibo in posti in cui hanno motivo di pensare che in seguito avranno fame.

Il loro comportamento è più complesso del semplice sapere che il cibo apparirà se si preme un pulsante o si riconosce uno schema, cosa che molti animali possono fare. A parte altre scimmie e corvidi, come i corvi, pochi animali studiati finora possiedono l’intera gamma di capacità mentali dimostrate da questi uccelli.

Ma calamari e altri cefalopodi Potrebbe essere un interessante banco di prova. I biologi marini hanno notato che quando polpi e calamari cacciano, non seguono lo stesso percorso per due giorni di seguito. La psicologa comparata Kristel Josette Alves si è chiesta se questo significasse che avessero una memoria come quella dei corvidi, in grado di rivivere ciò che è successo loro in passato. Nel 2013, ha pubblicato con il Dr. Clayton e il suo collaboratore Uno studio sconcertante sui calamari Il che suggerisce che l’abbiano fatto. Il Dr. Clayton, il Dr. Schnell ei loro colleghi hanno iniziato a chiedersi: i calamari hanno un senso del futuro e del recente passato? Possono prendere decisioni su ciò che pensano possa accadere in futuro?

I polpi hanno sempre affascinato gli osservatori con la loro apparente ingegnosità Una clip su YouTube Con oltre due milioni di visualizzazioni, il polpo raccoglie ed estrae gusci di cocco, Eventualmente per un uso successivo come strumenti. I calamari hanno anche un cervello grande e un comportamento ben sviluppato. Ma il dottor Schnell ha detto che i calamari sono più facili da coltivare in laboratorio rispetto ai calamari e più facili da lavorare rispetto ai polpi, che sono spesso rachitici e possono rifiutarsi di gestire uno sperimentatore.

READ  Il CDC afferma che l'infezione da salmonella in 8 stati potrebbe essere correlata agli uccelli canori selvatici

C’è ovviamente anche il fattore Houdini.

“Ci sono piccoli intrattenitori che scappano con i polpi. Vieni al mattino e non importa quanto sigilla l’acquario, li troverai strisciare fuori”, ha detto.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *