Il Barcellona sta rinunciando al potere della stella di Messi nel tentativo di sistemare le sue finanze

Ampiamente considerato il miglior giocatore della sua generazione, Lionel Messi non è riuscito a fare il bilancio del club vincente del Barcellona. Ecco un equivoco sulle finanze di una squadra di calcio europea.

Il problema più grande del Barcellona è ancora l’onere del debito. L’indebitamento finanziario netto del club a fine marzo, quando è subentrata la nuova gestione, ammontava a 673 milioni di euro. Il debito temporaneo rettificato è ora superiore a 1 miliardo di euro, compresi gli stipendi dei giocatori differiti durante la pandemia. Il club sta conducendo un audit e il numero finale potrebbe essere più alto.

Per affrontare il problema, il Barcellona ha ingaggiato Goldman Sachs per vendere 525 milioni di euro in collocamenti privati ​​che rifinanzieranno parzialmente il debito ma forniranno anche più liquidità.

Il Barcellona si è unito in primavera ad altri top club – tra cui Real Madrid, Chelsea e Juventus – nel tentativo fallito di stabilire la Super League europea. Il piano, che è crollato in pochi giorni, avrebbe dato ai club partecipanti entrate più interessanti di quelle che hanno attualmente.

Il club ha registrato una perdita di quasi 100 milioni di euro nella stagione 2019-20 poiché le interruzioni causate dalla pandemia di coronavirus hanno ridotto le sue entrate su tutti i fronti. Le perdite dovrebbero salire a 487 milioni di euro per la stagione appena conclusa.

Cosa è andato storto a Barcellona?

Secondo il suo rapporto annuale, la pandemia ha avuto un impatto di 130 milioni di euro sugli affari di Barcellona. Tuttavia, il nuovo team di gestione ha affermato che la cifra era più vicina a 42 milioni di euro e che il precedente consiglio aveva usato la pandemia e i suoi stadi vuoti come scusa per la cattiva gestione.

READ  Il primo ministro italiano Mario Draghi ha detto che l'Unione europea dovrebbe allentare le regole fiscali per consentire maggiori stimoli

In un rapporto, l’agenzia di rating Fitch ha osservato “la gestione finanziaria volatile e insostenibile del club sotto l’ex team di gestione, compresa un’indagine da parte delle autorità spagnole”.

Di conseguenza, anche perdere Messi potrebbe non essere una pallottola d’argento. La società di rating vede “significativi rischi di implementazione in relazione alla strategia del nuovo team di gestione per ridurre gli stipendi dei giocatori per garantire la stabilità finanziaria”. Fitch a fine luglio sta ancora valutando i giornali di Barcellona a BBB, una tacca in più rispetto alla spazzatura.

Perché Messi se ne va?

Il Barcellona ha annunciato in una breve dichiarazione giovedì che dopo 17 stagioni, il contratto di Messi non verrà rinnovato nell’unico club professionistico per cui ha giocato.

Il presidente del club Joan Laporta ha dichiarato che il Barcellona non può ingaggiare la stella argentina a causa di “ostacoli finanziari e strutturali” all’interno della Liga e nonostante il desiderio del club e di Messi di concludere un nuovo accordo.

Messi, 34 anni, ha esordito nelle giovanili del Barcellona a 13 anni e ha esordito in campionato con la prima squadra nel 2004-05. Stava per guadagnare circa 70 milioni di euro all’anno con il nuovo contratto del Barcellona che non è andato avanti. Forbes stima il suo reddito nel 2021, inclusi stipendio e sponsorizzazioni, a 110 milioni di euro, secondo tra tutti gli atleti alla star dell’Ultimate Fighting Championship Conor McGregor.

Secondo le regole della Liga, i club hanno un tetto salariale da spendere per giocatori e allenatori in base alla differenza tra entrate e costi. Nel caso del Barcellona, ​​con Messi a bordo anche con la proposta di taglio dello stipendio, il monte stipendi che rappresentava il 110% delle sue entrate era insostenibile.

READ  Pokemon Diamond e Pearl sono remake su Nintendo Switch

“Il club è al di sopra di tutto, persino più in alto del miglior giocatore del mondo”, ha detto Laporta in una conferenza stampa questa settimana.

A causa delle minori entrate, la soglia del club per la spesa dei talenti è inferiore del 47% rispetto alla stagione precedente. Per il rivale del Real Madrid, la riduzione è stata del 26% poiché i giocatori hanno concordato, tra le altre misure, di tagliare i loro stipendi del 10%.

Laporta ha chiarito che il Barcellona avrebbe potuto soddisfare gli standard della Liga se avesse sostenuto la proposta di CVC Capital Partners di acquistare una quota del 10% nel business della Liga.

La società di private equity con sede nel Regno Unito si è offerta di investire 2,7 miliardi di euro nella lega. Il Barcellona ha rifiutato di sostenere la mossa, che avrebbe limitato parte dei diritti di trasmissione del club per 50 anni. Anche il Real Madrid si è opposto all’accordo.

Potrebbe andare storto?

potenzialmente. Il processo di finanziamento gestito da Goldman Sachs dovrebbe dare respiro e, con Messi fuori dall’equazione, la pressione salariale del Barcellona sarà alleviata. Tuttavia, il libro paga rappresenterà ancora uno scomodo 95% delle entrate e il reddito da merchandising potrebbe vedere un enorme successo con le vendite “numeri” della firma. Le magliette da 10″ di Messi – fino a 2 milioni all’anno – stanno evaporando.

Un accordo di sponsorizzazione con la società di e-commerce giapponese Rakuten Group scade a giugno, mentre un accordo con il colosso delle attrezzature sportive Nike scade nel 2023.

Le entrate dei biglietti dipenderanno anche dal numero di tifosi ammessi allo stadio di Barcellona, ​​il più grande d’Europa con una capacità di quasi 100.000, mentre la pandemia continua.

READ  Adam Newman, co-fondatore di WeWork, è vicino a un accordo Softbank da 500 milioni di dollari

Nel frattempo, la Liga sta adeguando la gara per l’asta dei diritti di trasmissione locale con l’obiettivo di attirare nuovi entranti come Amazon. L’asta dovrebbe svolgersi a settembre, e questo arriva poiché il principale acquirente nazionale di diritti calcistici in Spagna, Telefonica, chiede prezzi più bassi.

Bloomberg

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *