I responsabili fiscali del Gruppo dei Sette paesi sottolineano la necessità di sostenere le economie colpite dall’epidemia



Gli uomini passano davanti agli schermi che mostrano i tassi di cambio in una società di titoli a Tokyo il 12 febbraio 2021 (AP Photo / Hiro Komae)

WASHINGTON (Kyodo) – I responsabili delle finanze dei paesi del Gruppo dei Sette hanno sottolineato l’importanza di sostenere le economie colpite dall’epidemia per riprendersi, poiché gli Stati Uniti hanno chiesto maggiori aiuti finanziari e si sono impegnati a tornare al multilateralismo.

La teleconferenza tra i ministri delle finanze del G7 ei governatori delle banche centrali è stata la prima da quando la nuova amministrazione del presidente degli Stati Uniti Joe Biden ha iniziato il mese scorso a impegnarsi a discostarsi dalla politica unilaterale del suo predecessore Donald Trump “prima l’America”.

È stata anche la prima riunione ministeriale del Gruppo dei Sette – che comprende Gran Bretagna, Canada, Francia, Germania, Italia, Giappone e Stati Uniti, oltre all’Unione Europea – sotto la presidenza britannica nel 2021.

La Gran Bretagna ha affermato che i partecipanti hanno scambiato opinioni sul modo migliore per far avanzare le fasi di ripresa globale dalla pandemia di Coronavirus. Il ministro italiano dell’Economia e delle Finanze Roberto Gualtieri ha dichiarato su Twitter che i ministri del G7 hanno affermato il loro “impegno comune e coordinato a sostegno della ripresa” e che “ritirare il sostegno politico è prematuro”.

Il segretario al Tesoro degli Stati Uniti Janet Yellen ha sottolineato l’impegno dell’amministrazione Biden al multilateralismo per risolvere i problemi globali, osservando che il suo paese “dà la massima priorità all’approfondimento della nostra partecipazione internazionale e al rafforzamento delle nostre alleanze”, secondo una dichiarazione rilasciata dal Dipartimento del Tesoro.

Sulla necessità di ulteriore assistenza finanziaria, Yellen ha sottolineato che “il momento per un grande passo avanti è adesso” e che il G7 dovrebbe concentrarsi su ciò che può fare per fornire supporto in questo momento.

READ  ADRA: Nutrire Firenze Italia | WHNT.com

Il ministro delle finanze giapponese Taro Aso ha detto ai giornalisti di aver chiesto “risposte politiche” per mettere le economie su un percorso di ripresa.

Ha chiesto di accelerare la distribuzione del vaccino in un modo che andrebbe a beneficio dei paesi in via di sviluppo, cosa che è stata affrontata dal ministro delle finanze britannico Rishi Sunak, secondo il ministero delle finanze britannico.

Durante l’ipotetico incontro è stato anche discusso il sostegno ai paesi a basso reddito. Il Gruppo delle 20 principali economie – che include i membri del G7 e la Cina – sta attualmente conducendo un programma di cancellazione del debito per i paesi poveri devastati dalla pandemia.

Aso ha criticato Pechino per aver cercato di escludere le istituzioni finanziarie statali in Cina dall’iniziativa di cancellazione del debito classificandole come prestatori commerciali.

Ha detto che le organizzazioni internazionali come il Fondo monetario internazionale e la Banca mondiale “dovrebbero realmente realizzare” i programmi di aiuto finanziario cinese. La Cina è uno dei principali creditori nel mondo in via di sviluppo.

Per quanto riguarda le priorità dell’anno, Sunak ha indicato il sostegno alla ripresa economica globale, nonché i progressi verso nuove norme fiscali internazionali per i giganti digitali dopo che i negoziati multilaterali hanno vacillato tra le preoccupazioni degli Stati Uniti sui loro potenziali impatti sulle società statunitensi.

Il ministero delle finanze britannico ha affermato che la Gran Bretagna ha sollecitato il G7 “a lavorare insieme per trovare una soluzione multilaterale durevole (sulla questione fiscale) entro la scadenza di metà 2021”.

Sunak ha anche invitato le sue controparti internazionali a rendere le considerazioni sul clima e sulla natura una parte essenziale di tutto il processo decisionale economico e finanziario quest’anno, poiché la Gran Bretagna ha spinto il G7 a compiere passi concreti per raggiungere una società senza emissioni di carbonio.

READ  Un dipendente di un ospedale italiano ha guadagnato £ 465.000 nonostante non abbia lavorato per più di 15 anni

Il vertice di quest’anno è previsto dall’11 al 13 giugno in Cornovaglia, nel sud-ovest dell’Inghilterra. Gli Stati Uniti hanno assunto la presidenza di turno lo scorso anno, ma Trump, che ha definito “obsoleto” il quadro del G7, ha finito per non ospitare un vertice personale durante la pandemia.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *