I repubblicani del Senato potrebbero rovinare l’offerta dei democratici di istituire il Comitato per gli attacchi al Campidoglio La violazione del Campidoglio degli Stati Uniti

Senato Repubblicani Giovedì si è preparato per uccidere un tentativo dei Democratici di formare una commissione bipartisan per indagare sull’attacco del 6 gennaio al Campidoglio mentre le bande pro-Trump hanno saccheggiato l’edificio nel tentativo di interrompere la formalizzazione della vittoria di Joe Biden alla presidenza.

Il disegno di legge aveva lo scopo di istituire un comitato sul modello dell’11 settembre per esaminarne le cause e l’impatto e determinare chi vi avesse partecipato.

Donald Trump rimane forte nel Partito Repubblicano e ha risposto con rabbia all’idea di una simile commissione. Gli osservatori ritengono che molti repubblicani anziani temano di alienare Trump ei suoi fedeli seguaci, e sono anche preoccupati per ciò che questa commissione potrebbe rivelare, compresi i possibili collegamenti tra i legislatori repubblicani e alcuni di coloro che hanno preso d’assalto l’edificio.

Il voto di giovedì sarà il primo uso riuscito dello stallo nella presidenza Biden per fermare il lavoro legislativo del Senato, ed è probabile che aumenti la pressione sul presidente per scrollarsi di dosso una tradizione del Senato che richiede che 60 dei 100 senatori votino per tagliare. Dalla discussione e presentazione di un disegno di legge.

Con il Senato diviso in parti uguali 50-50, Democratici Serve il sostegno di 10 repubblicani per passare al disegno di legge della Commissione, innescando un nuovo dibattito sul tempo di cambiare le regole e abbassare la soglia a 51 voti per adottare la legislazione.

La Camera dei Rappresentanti aveva già approvato il provvedimento da 35 repubblicani. I Democratici hanno avvertito che se i Repubblicani sono pronti a usare la procrastinazione per fermare una misura probabilmente comune, mostra i limiti del tentativo di mediare i compromessi, in particolare sui progetti di legge relativi alle riforme elettorali o altri aspetti dell’agenda dei Democratici.

Il senatore Joe Mansheen ha detto prima del voto: “Non ci sono scuse per nessun repubblicano per votare contro questa commissione”, anche se il centristo democratico ha chiarito che non sosterrà gli sforzi per sbarazzarsi dell’ostruzione. “Non sono pronto a distruggere il nostro governo”, ha detto Mansheen.

Prima del voto, Gladys Secnick, la madre del defunto ufficiale di polizia del Campidoglio Brian Secnick, insieme all’amica di Secnick Sandra Garza e due ufficiali che avevano combattuto i manifestanti quel giorno, hanno incontrato diversi senatori repubblicani per cercare di convincerli ad agire.

Sicknick era tra i tanti ufficiali che proteggevano l’edificio, e alcuni sono stati visti nei video in risse con la folla. È crollato subito dopo uno scontro con i rivoltosi ed è morto il giorno successivo.

In una dichiarazione di mercoledì, Gladys Seknik è stata più disponibile: “Suggerisco che tutti i membri del Congresso e i senatori che si oppongono a questo disegno di legge visitino la tomba di mio figlio nel cimitero nazionale di Arlington e, mentre sono lì, pensino a cosa faranno le loro decisioni dannose a questi ufficiali . “.

Tuttavia, l’opposizione repubblicana alla commissione è stata attentamente orchestrata dal leader repubblicano del Senato Mitch McConnell, che ha dichiarato il disegno di legge “un esercizio puramente politico”, perché i comitati del Senato stavano già esaminando le falle di sicurezza durante l’attacco al Campidoglio.

McConnell, che una volta disse che Trump era responsabile di “provocare” l’attacco al Campidoglio, ora dice dei Democratici: “Vogliono continuare a perseguire l’ex presidente, in futuro”.

READ  Kim Jong Un avverte di una crisi economica storica in Corea del Nord | Kim Jong Un

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *