I rendimenti dei titoli di Stato scendono nell’area dell’euro, l’Italia attende nuovi titoli a 50 anni

Mercoledì i rendimenti delle obbligazioni dell’Eurozona sono diminuiti, con i mercati del debito dell’Europa meridionale che si sono stabilizzati dopo un sell-off nella sessione precedente, mentre i mercati si preparano a nuove forniture da Italia e Portogallo. L’Italia ha detto martedì che venderà nuove obbligazioni a 50 anni e riaprirà le obbligazioni a 7 anni, mentre il Portogallo ha detto che venderà obbligazioni a 10 anni. Gli analisti hanno detto che le nuove emissioni che saranno vendute attraverso l’Unione delle banche potrebbero arrivare in questa sessione.

Hanno sottolineato che l’annuncio dall’Italia è stato una sorpresa per i mercati, spingendo i rendimenti a 10 anni a salire di circa 7 punti base martedì, poiché gli investitori hanno venduto le obbligazioni esistenti per far posto a nuove forniture. Mercoledì, nelle prime negoziazioni, il rendimento del benchmark a 10 anni era generalmente basso. Il rendimento decennale italiano è sceso di 2,3 punti base allo 0,68%, sebbene il divario sopra i rendimenti dei titoli tedeschi abbia superato i 100 punti base.

Gli analisti hanno affermato che gli spread obbligazionari stanno tornando a concentrarsi, soprattutto dopo la decisione della Corte costituzionale tedesca il mese scorso di interrompere la ratifica del Fondo europeo di recupero, che ha spinto gli investitori a riprezzare alcuni dei rischi nei mercati obbligazionari secondari. “L’annuncio di Tesoro di un nuovo BTP congiunto di 50 anni ha colto di sorpresa i mercati, con i margini di 10 e 30 anni (di rendimento) che si sono ampliati rispetto alle obbligazioni a 7 punti base, al livello più alto in quasi un mese”, ha affermato Michael Lister. Responsabile della strategia sui tassi di interesse presso Commerzbank.

“ Sebbene anche la debole liquidità pasquale possa svolgere un ruolo, queste mosse aggiungono peso alle nostre carenze tattiche in Italia rispetto al quasi core (obbligazioni) e in Spagna, dove i rischi di indigestione sono esacerbati dalle incertezze relative all’NGEU (Next Generation European Union) e al Banca centrale europea. Determinazione e meno generosità portano le differenze “. Un calo notturno dei rendimenti dei titoli del Tesoro USA ha contribuito a spingere i rendimenti obbligazionari dell’Eurozona ampiamente al ribasso.

READ  Adatto per primavera, estate o autunno

Il rendimento della banconota tedesca a 10 anni è sceso di 2,5 punti base a -0,34%. L’attenzione si è spostata sulla pubblicazione dei dati PMI finali dell’Eurozona e sulle nuove versioni per Spagna e Italia.

Nel frattempo, la Banca centrale europea dovrebbe rilasciare i dati mensili sui suoi acquisti di asset tradizionali e sul crollo bimestrale degli acquisti di obbligazioni di emergenza pandemiche mercoledì, seguiti dai verbali della riunione di marzo di giovedì. I verbali dell’ultima riunione della Federal Reserve statunitense dovrebbero essere pubblicati più tardi oggi.

(Questa storia non è stata modificata dallo staff di Devdiscourse e generata automaticamente da un feed condiviso.)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *