I pubblici ministeri di Ghislaine Maxwell possono chiamare gli imputati “vittime”, le regole del giudice | Jesslyn Maxwell

Secondo un comunicato lunedì, i pubblici ministeri nel caso di traffico sessuale di Ghislaine Maxwell potranno usare le parole “vittima” e “minore” per riferire gli imputati durante il suo imminente processo alla corte federale di New York.

La decisione del giudice Alison Nathan di consentire l’uso di “vittima” è scaturita da una sfida da parte della squadra di difesa di Maxwell, che ha chiesto che la parola venga esclusa dal processo, che inizierà a Manhattan questo mese.

“Bloccare la parola è inutile e poco pratico”, ha detto Nathan.

“E ‘opportuno utilizzare i termini come rappresentativi della sua posizione contenzioso”, ha detto Nathan dell’accusa.

Questa procedura è solo la seconda volta Maxwell, l’ereditiera dei media britannici ed ex fidanzata del defunto finanziere e molestatore sessuale Jeffrey Epstein, in aula di persona per il suo caso, tra le restrizioni legate alla pandemia di coronavirus.

Epstein si è suicidato in una prigione federale a New York Nell’agosto 2019, in attesa del processo per associazione a delinquere finalizzata al traffico sessuale e al traffico sessuale.

L’uso di “vittima” nei procedimenti penali ha attirato l’attenzione, in particolare alla luce della recente decisione in Kyle Rittenhouse Il caso del Wisconsin.

Rittenhouse affronta due accuse di omicidio e un tentato omicidio, in relazione alla sparatoria di tre persone durante le proteste a Kenosha lo scorso anno dopo che un ufficiale di polizia bianco ha ferito un padre nero locale, Jacob Blake. Il giudice del processo a Rittenhouse, iniziato lunedì, ha suscitato polemiche quando ha… Regola La scorsa settimana, i pubblici ministeri non sono stati in grado di nominare coloro che hanno sparato a Rittenhouse come “vittime”, anche se la squadra di difesa potrebbe riferirsi a loro come “rivoltosi” o “ladri”.

I pubblici ministeri nel caso Maxwell hanno anche chiesto a Nathan di consentire loro di utilizzare pseudonimi, o solo nomi di battesimo, per alcuni degli imputati e dei testimoni al processo, e il giudice ha acconsentito.

“Data la natura sensibile e infiammatoria del presunto comportamento, tale pubblicità potrebbe causare ulteriori molestie e imbarazzo, e altre presunte vittime di crimini sessuali potrebbero essere dissuasi dal farsi avanti”, ha spiegato Nathan.

Nathan ha anche detto: “Solo perché i nomi di alcune delle vittime sono resi pubblicamente disponibili non significa che i dettagli delle loro esperienze siano effettivamente disponibili”, osservando che “le presunte vittime testimonieranno in modo franco e dettagliato”.

Maxwell è accusato di aver reclutato ragazze di Epstein per aggressioni sessuali dal 1994 al 2004. I pubblici ministeri affermano che alcune delle vittime di Maxwell avevano appena 14 anni. Se condannata, rischia fino a 80 anni di prigione federale. Ha negato tutte le accuse contro di lei.

È apparsa esausta lunedì quando è stata portata in tribunale con manette e catene alle caviglie, che sono state successivamente rimosse.

I pubblici ministeri federali hanno rivelato di non aver offerto a Maxwell un patteggiamento.

Maxwell, 59 anni, avrebbe aiutato Epstein a “reclutare, educare e infine abusare delle vittime” che sapevano essere minorenni.

Ha anche “cercato prima di fare amicizia con alcune delle vittime minorenni di Epstein prima che venissero abusate, anche chiedendo alle vittime della loro vita, della scuola e delle famiglie. Maxwell ed Epstein trascorrevano del tempo a costruire amicizie con le giovani vittime, ad esempio portando le vittime minorenni al film.” o shopping”, hanno detto i pubblici ministeri.

“Alcune di queste uscite vedranno Maxwell ed Epstein trascorrere del tempo con una piccola vittima, mentre alcune potrebbero coinvolgere Maxwell o Epstein trascorrere del tempo da soli con una piccola vittima”, hanno detto i pubblici ministeri del presunto processo di adescamento, aggiungendo: “Avendo sviluppato una relazione con come una vittima, Maxwell tenterà di normalizzare l’aggressione sessuale di una vittima minore… discutendo di argomenti sessuali, spogliandosi di fronte alla vittima, essendo presente quando la vittima minorenne si spoglia e/o assistendo ad atti sessuali che coinvolgono la vittima minorenne ed Epstein. “

Le discussioni di apertura sono previste per il 29 novembre.

READ  Il sondaggio rileva che quasi tutti gli elettori Tory concordano sul fatto che l'evasione fiscale delle società sia moralmente sbagliata | foglie di pandora

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *