I manifestanti chiedono il ritiro della “diabolica” Cipro dall’entrare in Eurovision | Cipro

Sabato, dozzine di credenti cristiani ortodossi hanno portato croci di legno e hanno cantato inni fuori dalla Cyprus State Broadcasting Corporation per chiedere il ritiro del controverso ingresso del paese nella Repubblica di Cipro. Eurovision Si dice che una gara di canto – intitolata El Diablo – promuova il culto satanico.

Alcuni dei manifestanti, famiglie comprese, portavano cartelli con la scritta in greco: “Stiamo pacificamente manifestando, no a Diablo”, “Pentiti e torna a Cristo” e “Cristo è salvato, Diablo uccide”.

L’annunciatore e cantante della canzone insiste sul fatto che è stata interpretata male e che la canzone parla, in effetti, di una relazione violenta tra due amanti.

La protesta è arrivata diversi giorni dopo la potente Chiesa ortodossa Ha chiamato per ritirare la canzoneHa detto di aver deriso le fondamenta morali del paese invocando “la nostra resa a Satana e rafforzando la sua adorazione”.

Il Santo Sinodo, il più alto organo decisionale della Chiesa, ha affermato in una dichiarazione che la canzone “fondamentalmente loda la fatale sottomissione umana all’autorità di Satana” e ha esortato l’emittente statale a sostituirla con altre che “esprimano la nostra storia e cultura , le nostre tradizioni e le nostre esigenze. “

La scorsa settimana, la polizia ha accusato un uomo di minacce assolute e causa di disordini quando ha preso d’assalto la terra dell’emittente pubblica per protestare contro quella che ha descritto come una canzone “blasfema” che era un insulto a cristianesimo.

L’emittente governativa ha insistito sul fatto che la partecipazione non sarebbe stata ritirata, ma il suo presidente, Andreas Franjos, ha riconosciuto che gli organizzatori avrebbero dovuto fare un lavoro migliore spiegando il messaggio principale della canzone, che include i testi, “Ho dato il mio cuore al Diablo. .. perché mi dice che sono il suo angelo. ”.

READ  Il video della polizia mostra gli agenti che scherzano sulla detenzione violenta di una donna del Colorado, 73 anni | Colorado

Anche il governo cipriota è entrato in polemica, con il portavoce presidenziale Victor Papadopoulos che ha affermato che nonostante rispetti le opinioni degli oppositori, il governo non può sopprimere la libertà di espressione.

“Il governo rispetta pienamente la libertà intellettuale e artistica che non può essere interpretata male o limitata a causa del titolo della canzone, e non dovrebbero essere attribuite dimensioni inutili”, ha detto Papadopoulos in una dichiarazione scritta.

La cantante della canzone, l’artista greca Elena Tsagrinho, ha detto che la canzone ruota attorno a una donna che grida aiuto dopo essersi innamorata del “cattivo ragazzo” noto come “Diablo” e aver conosciuto chi l’ha maltrattata e si lega a lei. Tsagreno ha insistito sul fatto che qualsiasi altra spiegazione era “infondata”.

“La canzone invia un messaggio forte, contro ogni forma di abuso, come quello trasmesso in El Diablo”, ha detto Tsagrinoutold all’Associated Press. “In questi tempi del movimento Me Too, questo messaggio è molto rilevante e può essere sentito non solo a Cipro ma anche attraverso di essa Europa E oltre “, ha detto.

Ha aggiunto di essere cristiana e la sua fede è molto importante per lei. Rivolgendosi ai critici della canzone, Tsagreno ha detto: “Dobbiamo tutti abbracciare il messaggio vero e inteso della canzone” e che le persone ora si fanno avanti con le proprie storie di abusi. “La musica unisce e dà potere. Concentriamoci su questo e sulle questioni importanti che ci circondano e lasciamo le idee sbagliate e le idee nere alle spalle”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *