I democratici chiedono – Corriere.it

Dal nostro corrispondente
WASHINGTON – I repubblicani stanno costruendo un muro. Ieri mattina Hanno respinto la proposta dell’altoparlante democratico Nancy Pelosi: Esortiamo Mike Pence ad attuare il 25 ° emendamento alla Costituzione, che consente la rimozione del presidente.. Il diniego dei conservatori ha riacceso le tensioni tra i due partiti che si sono allentate dopo l’attacco del 6 gennaio a Capitol Hill.

L’oratore ha usato parole dure: “La complicità repubblicana con Donald Trump mette in pericolo gli Stati Uniti”. La mozione sarà votata a questo punto, probabilmente oggi. Benz non è ancora arrivata. Secondo i media americani, il secondo numero alla Casa Bianca sarà tormentato dal sospetto. Gli piacerebbe vedere le prossime mosse di Donald Trump. Oggi il presidente terrà una riunione ad Alamo, a pochi chilometri da McCallon, al confine con il Texas. Un po ‘di gente teme un altro “spettacolo dell’orrore”: vendetta per elezioni “rubate” e così via. Tutto questo arriva sulla scia di una serie di sparatorie di alto profilo in vista dell’inaugurazione di Joe Biden il 20 gennaio.

Altri 10.000 soldati della Guardia Nazionale, una guardia della zona di guerra, stanno arrivando a Washington. Pelosi ha detto che avrebbe aspettato 24 ore per la risposta di Pence. Tuttavia, parallelamente, ha già avviato il processo di accusa. Se il vicepresidente non agisce, voterà domani o giovedì. Questo testo è stato firmato da 222 su 210 da quasi tutti i democratici. Questa è una breve risoluzione, quattro pagine. L’accusa è in un articolo: “Incitement to Rebellion”. I passaggi principali sono qui. Il 21 gennaio 2021, il presidente Trump si è rivolto a un raduno dei suoi sostenitori politici. Qui ha ripetuto le false affermazioni: “Abbiamo vinto le elezioni, le abbiamo sconfitte per valanga”. Ha anche rilasciato dichiarazioni che promuovono azioni illegali contro Capitol – con risultati evidenti. Su richiesta del presidente Trump, un gran numero di persone ha violato illegalmente l’edificio, ferendo membri della polizia e minacciando membri del Congresso e il vice presidente.

READ  Mancini: "L'Italia non ha problemi"

L’accusa esamina la lunga campagna di rappresentanza di Trump. Nei documenti, tra le altre cose, Telefonata al segretario di Stato della Georgia Brad Rafenberger. Pressioni inutili per deviare la decisione su quella posizione: “Trovami voti”. Risultato serio: con tutto questo, il presidente Trump ha gravemente danneggiato la sicurezza degli Stati Uniti, delle sue istituzioni e del suo governo. Ha minacciato l’unità del sistema democratico, ha interferito con il trasferimento pacifico del potere … così ha tradito la speranza di diventare presidente, causando evidenti danni al popolo americano. La richiesta di accusa sarà soddisfatta perché è sufficiente la maggioranza semplice nelle mani dei progressisti. Ma non è ancora chiaro come continuerà. I democratici stanno discutendo se inviare immediatamente il documento al Senato o se aspettare qualche mese affinché Biden inizi il suo governo. Solo il presidente eletto di ieri ha suggerito un compromesso: il Senato potrebbe sostituire le sedute d’accusa con approvazioni e approvare le nomine dei suoi ministri. Tuttavia, indipendentemente dal fatto che Trump possa essere rimproverato, è responsabilità della Camera alta rimuoverlo dalla Casa Bianca e impedirgli di candidarsi in futuro. Tuttavia, è richiesto un quorum di due terzi. Non ora.

11 gennaio 2021 (modifica l’11 gennaio 2021 | 21:41)

© Revisionato

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *