I cinque cambiamenti in arrivo sul tuo iPhone con il nuovo iOS 14.5, dagli emoji al monitoraggio

Controlli sulla privacy

Nei prossimi giorni, se aggiorni il sistema operativo del tuo iPhone o iPad a iOS 14.5, inizierai ad essere attaccato da pop-up che ti chiedono se vuoi consentire alle app di “tracciare la tua attività”. Cosa riguarda?

Potrebbe sembrare che l’intero settore tecnologico si sia improvvisamente rivolto a una sorveglianza più intrusiva. In effetti, Apple ha costretto le aziende a chiedere il tuo permesso per qualcosa che molte di loro fanno già invisibilmente da anni.

Proprio come le app per iPhone devono ottenere l’approvazione per accedere alla tua posizione, ai tuoi contatti o alla tua fotocamera, ora devono fare lo stesso prima di poter vedere il tuo numero identificativo pubblicitario univoco, noto come IDFA, che può essere utilizzato per tracciare il tuo comportamento dall’applicazione al applicazione e infine su Internet.

I produttori di app condividono regolarmente gli IDFA con altre società come Google e Facebook, che li combinano per formare un quadro completo delle abitudini di utilizzo dello smartphone. I produttori di app, a loro volta, possono utilizzare questi sistemi per rivolgersi a persone specifiche o controllare quante persone hanno visto i loro annunci e hanno finito per utilizzare i loro prodotti.

Ma gli IDFA possono anche essere condivisi, venduti e diffusi sul Web, consentendo a entità senza scrupoli di combinare dati sulle stesse persone provenienti da servizi diversi per raggiungere i propri obiettivi. Da qui l’aggiornamento Apple, che consente agli utenti iPhone di scegliere esattamente quali aziende possono rintracciarli.

Maschera per il riconoscimento del viso

Con le maschere per il viso ora presenti in tutto il mondo, Apple sta approfittando dei nuovi progressi nel riconoscimento facciale e consentendo ai clienti di sbloccare i loro iPhone senza esporre il naso e la bocca.

READ  Epic Games acquista la società Mediatonic, creatrice di Fall Guys

Tuttavia, c’è un problema. La funzione funziona solo quando gli utenti possiedono e indossano un Apple Watch.

Apple afferma: “Con l’Apple Watch al polso, sbloccato e in prossimità dell’iPhone, gli utenti possono semplicemente dare un’occhiata al loro iPhone e ricevere feedback tattile dall’Apple Watch, indicando che il loro iPhone è stato sbloccato”.

La nuova funzionalità funziona con iPhone X e successivi e Apple Watch Series 3 e successivi.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *