I ballerini da sala in Italia ruotano durante la chiusura

Roma (AP) – Solitamente le distanze sociali non fanno parte del dizionario del ballo liscio. Ma in una zona industriale alla periferia di Roma, coppie di tutte le età girano e si trasformano sulla pista da ballo, anche durante una pandemia, proprio come hanno fatto i ballerini da sala per decenni in tutto il mondo.

Mentre la maggior parte dell’Italia è in blocco a causa del Coronavirus, con musica dal vivo e spettacoli teatrali banditi, cinema chiusi e molte attività sportive limitate, i balli di sala competitivi sono ancora vivi e vegeti qui, anche se con precauzioni.

Le coppie della Sala New Dancing Days si preparano per i Campionati Italiani di Rimini a luglio e come tali possono continuare ad allenarsi, poiché il governo considera la loro attività nell’interesse nazionale. È la stessa indennità che ha consentito ad altri atleti riconosciuti a livello federale di continuare ad allenarsi in Italia anche durante l’ultimo round di blocchi legati ai virus.

“Sì, possiamo farlo. Qui possiamo continuare a ballare”, ha detto Raffaella Serafini, 45enne proprietaria di New Dancing Days e 35enne veterana della danza competitiva.

Nell’enorme sala con specchi alle pareti e luci multicolori, le coppie indossano maschere durante i riscaldamenti e le pause ma possono toglierle mentre eseguono danze tradizionali o balli latini. La maggior parte di loro li tiene comunque.

Ha detto Franco Cole, il ballerino settantenne che si sta allenando con la sua compagna 74enne per un concorso a fine aprile.

Ha detto di sentirsi al sicuro con i protocolli sanitari che la scuola ha adottato e dice che i partecipanti li rispettano rigorosamente.

La Federazione Italiana Danza Sportiva ha deciso di consentire a 34 atleti di allenarsi in una scuola delle dimensioni di New Dance Days, pur riconoscendo che la continuità nella pratica è essenziale. Attualmente sono 17 le coppie, di età compresa tra i 9 ei 76 anni, che si allenano fino a cinque giorni alla settimana.

READ  Harkley di Aviano nel New Mexico è impegnato nella borsa di studio sulla strada giusta - Sport of Europe

Da un punto della pista da ballo, Serafini osserva i suoi studenti attorcigliati e grida loro indicazioni. Se noti qualcosa di sbagliato, la musica si interromperà, scenderà sulla pista da ballo e dimostrerà il modo corretto di fare un passo, stare in piedi o girarsi.

“La scuola è motivo di orgoglio per me”. Ha detto: “Quando li vedo sulla pista da ballo, mi sembra di essere lì”.

—–

Segui tutti i rapporti AP sulla pandemia di coronavirus su https://apnews.com/hub/coronavirus-pandemic.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *