Hubble rileva una galassia distorta e gonfiata dall’intensa gravità

La gravità può avere un effetto davvero potente sul nostro universo, come mostra il telescopio spaziale Hubble nella sua ultima immagine spaziale.

In mezzo a un ammasso di galassie, Hubble scoprì un fenomeno noto come lente gravitazionale, che era caratterizzato da archi di luce che incorniciavano il centro di Venerdì foto condivisa. Il bagliore rossastro che forma un anello parziale viene emanato da una galassia molto lontana, dietro l’ammasso di galassie che costituisce la maggior parte dell’immagine sottostante.

Il centro di questa immagine del telescopio spaziale Hubble della NASA/ESA è incorniciato da archi rivelatori causati da forti lenti gravitazionali, uno straordinario fenomeno astronomico che può distorcere, ingrandire o persino moltiplicare l’aspetto di galassie lontane.
Crediti: ESA/Hubble e NASA, A. Newman, M. Akhshik, K. Whitaker

Tendiamo a pensare che la luce generalmente viaggi in linea retta. Questo è in gran parte vero su brevi distanze, come vediamo nelle lampade o negli schermi sulla Terra, ma quando guardi nello spazio, la gravità piega la luce in tutti i modi stravaganti e sorprendenti.

Quando qualcosa come un ammasso di galassie ha un effetto gravitazionale particolarmente forte guidato dalla grande quantità di massa che possiede, può amplificare drammaticamente la luce da un oggetto dietro di esso e persino distorcerlo per farlo sembrare come se non fosse dietro di esso, ma accanto a esso – lei. Può anche ripetere la luce. Tutto cade sotto l’ombrellone lente gravitazionale.

Questa immagine mostra come la gravità può influenzare la luce, dando un esempio di un oggetto luminoso distante che viene distorto da una galassia interposta dalla nostra prospettiva.

Questa immagine mostra come la gravità può influenzare la luce, dando un esempio di un oggetto luminoso distante che viene distorto da una galassia interposta dalla nostra prospettiva.
Credito: NASA, ESA e D. Player (STScI)

Nell’immagine di Hubble, la lontana galassia rossa dista circa 10 miliardi di anni luce. A questo punto del suo viaggio cosmico, ha esaurito il gas per formare nuove stelle. Mentre le stelle che ha prodotto bruciano e muoiono, anche la galassia sta lentamente morendo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *