‘Ho rinunciato alla lotta’: ‘Il Robinson Crusoe italiano’ lascia l’isola | Italia

Un uomo di nome Robinson Crusoe dall’Italia, che vive da solo sull’isola del Mediterraneo da più di 30 anni dopo aver avuto difficoltà in mare, si è finalmente arreso alle pressioni delle autorità per andarsene e trasferirsi in un piccolo appartamento.

Moro Morandi, 81 anni, è inciampato sull’isola di Pudelli dalla Sardegna, nota per la sua spiaggia di sabbia rosa, dopo che la sua squadra si è rotta nel 1989 mentre si recava nel Pacifico meridionale. In una fortunata svolta del destino, il custode dell’isola di Morandi ha scoperto che stava per andare in pensione, così ha abbandonato la gita in barca a vela, ha venduto la sua barca e ha accettato quella responsabilità.

Da allora, Morandi, un ex rifugio della seconda guerra mondiale la cui casa non ha mai visto una baia, ha imparato a conoscere ogni roccia, albero e specie animale dell’isola aspra.

Morandi ha detto di aver deciso di andarsene alla fine del mese dopo diverse minacce di essere sfrattato dai funzionari del Parco Nazionale La Madeleine che gestiscono Pudelli dal 2016, e vuole reclamare la sua casa e trasformare l’isola in un luogo per il Centro di educazione ambientale.

“Ho rinunciato alla lotta”, ha detto. “Dopo 32 anni qui, sono molto triste di dover partire. Mi hanno detto che volevano lavorare a casa mia, e questa volta sembra essere vero. I funzionari del Parco Nazionale hanno affermato che Morandi aveva apportato modifiche all’edificio senza il permesso necessario.

Morandi, originario di Modena nel centro Italia, ha detto che si sarebbe trasferito in un piccolo appartamento a La Madeleine, l’isola più grande dell’isola. “Vivo alla periferia della città principale, quindi vado lì per fare shopping e il resto del tempo lo tengo per me”, ha detto. “La mia vita non cambierà molto. Vedrò ancora l’oceano.”

Quanto a Pudelli, ha detto: “Spero che qualcuno possa proteggerlo quanto me”.

Per molti anni Morandi ha protetto l’isola senza problemi, ha distrutto le sue rotte, ha mantenuto belle le sue spiagge e ha insegnato agli escursionisti estivi il suo ecosistema.

Ma la sua partecipazione è stata minacciata quando la società privata di proprietà dell’isola è fallita. I piani per venderlo nel 2013 a un uomo d’affari neozelandese, Michael Harde, che aveva promesso di mantenere Morandi come custode, sono stati sventati tra le proteste e l’intervento del governo italiano. Nel 2016 un giudice sardo ha stabilito che l’isola dovrebbe essere restituita alla popolazione.

Ai turisti è stato vietato di camminare sulla spiaggia rosa di Fudelli dagli anni ’90 e nuotare in mare dagli anni ’90, ma possono raggiungere l’isola in barca durante il giorno e camminare su un sentiero dietro la spiaggia.

Negli ultimi anni diverse petizioni a sostegno del mantenimento di Morandi sull’isola hanno attirato migliaia di firme. Molti dei suoi sostenitori hanno espresso la loro frustrazione e rabbia sulla sua pagina Facebook domenica. “Niente parole … inizierà la distruzione del paradiso” scriveva Carmelia Mangano, mentre Mirella della Vecchia diceva: “Non riesco a immaginare Pudelli senza la protezione di Mauro … devi resistere!” Salvador Sachi ha invitato gli abitanti delle altre isole del gruppo La Madeleine a “ribellarsi contro questa ingiustizia”.

READ  La pallavolo femminile americana ha battuto Jordan Poulter per battere l'Italia - NBC New York

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *